A A

Articolazioni: le ricette per proteggerle

Portando in tavola i cibi giusti si possono spegnere anche le infiammazioni croniche dell’organismo. Ecco cosa propone un grande chef



0

Difficoltà ad aprire un barattolo, indolenzimento (soprattutto al mattino), qualche doloretto: sono il segnale che le nostre articolazioni si stanno usurando. Le cause? Predisposizione genetica, senza dubbio. Ma anche infiammazione cronica dell’organismo, che possiamo spegnare portando in tavola i cibi giusti.

Quelli che consiglia il professor Marco Lanzetta, noto a tutti per avere eseguito il primo trapianto di mano nel 1998. Niente carne, pesce al massimo due volte alla settimana, zero grassi animali e zucchero e poi tanti cereali integrali, legumi, frutta e verdura di stagione (preferibilmente bio). Insomma: una dieta vegetariana quasi al 100%.

Improponibile a chi ama nutrirsi con gusto? Niente di più falso. A utilizzare questi pochi ingredienti per realizzare piatti di alta cucina è lo chef Giancarlo Morelli, del ristorante Pomiroeu di Seregno, in Brianza (1 stella Michelin). «Mangiare è un atto culturale ed etico, teso al benessere dell’individuo e al rispetto della natura», afferma Morelli, che si è trovato subito in sintonia con Lanzetta.

Le ricette proposte in questo articolo sono infatti tratte dal libro Vivere senza artrosi del famoso chirurgo (Tecniche Nuove, 17,90 €). «Il cibo va elaborato, non snaturato. Rispettato, non stressato», aggiunge lo chef, che ha rinunciato all’uso del sale (dannoso non solo per le articolazioni) al fine di proporre piatti che non alterino il sapore e che, al tempo stesso, ci aiutino a stare meglio.

Attento anche al benessere del Pianeta (che poi si riflette inevitabilmente sul nostro), Morelli ha partecipato al progetto ecosostenibile Care’s-The ethical Chef day. Il prossimo appuntamento è già stato fissato nel gennaio 2017 (facebook.com/TheEthicalChefDays/).


Fai la tua domanda ai nostri esperti

MUESLI CON LATTE DI RISO, SCIROPPO D'ACERO E INSALATINE DI FRUTTI DI BOSCO

Ingredienti per 4 persone (quantità nette):  200 g di muesli, 1,5 g di yota (un addensante), 80 g di sciroppo d’acero, 3 dl di latte di riso, 40 g di mirtilli, 40 g di ribes rosso, 40 g di lamponi, 40 g di more 

Preparazione: Porta a 80 °C il latte di riso, aggiungi metà sciroppo d’acero e l’addensante (vedi fondazioneslowfood.com ndr). Metti in frigorifero fino a quando inizia a rapprendere.

In uno stampino di acciaio del diametro di 8-10 cm fai una base di muesli alta 0,5 cm, versa sopra il latte di riso e riponi di nuovo al freddo per 2-3 ore. Scalda lo sciroppo d’acero restante in una padella e salta per qualche minuto i frutti di bosco. Sforma la bavarese di riso e servi con la composta di mirtilli & Co.

COUS COUS INTEGRALE, VERDURE CROCCANTI, SARDINE ALL'OLIO EVO E ZENZERO

Ingredienti per 4 persone (quantità nette): 400 g di sardine, olio d’oliva extravergine, erbe aromatiche, 200 g di cous cous integrale, 40 g di asparagi verdi, 40 g di zucchine, 20 g di piselli, 40 g di spinacini, 20 g di cipollotto, 20 g di cipolla di Tropea, 1 g di gomasio, zenzero fresco

Preparazione. Pulisci le sardine, asciugale e mettile a marinare con zenzero fresco e olio extravergine per circa 2 ore. Cuoci per 40 minuti, in forno a vapore a 100 °C, il cous cous, sgranandolo di tanto in tanto (in alternativa preparalo seguendo le istruzioni sulla confezione ndr).

Lava le verdure, taglia la zucchina a julienne, l’asparago a losanghe, la cipolla e il cipollotto a falde. Saltale partendo da quelle che richiedono una cottura più lunga. Insaporisci con gomasio, mischia al cous cous tiepido e servi guarnendo con erbe aromatiche a piacere.

CECI, FAGIOLI, LENTICCHIE AL PROFUMO DI CURRY E ALGHE NORI

Ingredienti per 4 persone (quantità nette):  100 g di ceci secchi, 80 g di borlotti secchi, 80 g di lenticchie secche, 25 g di scalogno, 1 g di gomasio, olio d’oliva extravergine, 2,5 g di curry, 4 pezzi di alga nori, brodo vegetale non di dado, erbe aromatiche a piacere

Preparazione: Metti a mollo in acqua, la sera prima, tutti i legumi. In una padella capiente rosola, molto dolcemente, lo scalogno con poco olio extravergine e curry. Versa i ceci, bagna con brodo vegetale e porta all’ebollizione. Aggiungi i fagioli e fai bollire di nuovo. Per finire unisci le lenticchie e lascia sul fuoco per 40 minuti. Se preferisci puoi cuocere i legumi separatamente.

Quando saranno teneri e asciutti, aggiusta il sapore con il gomasio. A piacere aromatizza con timo, maggiorana, rosmarino e basilico. Stendi le alghe nori su un piano di lavoro, disponi sopra i legumi e forma dei rotolini, che taglierai a pezzetti come se fossero dei cilindri di sushi. Servi con una spolverata di curry e un filo di olio extravergine d’oliva.

CAPONATA DI VERDURA BIOLOGICA CON RISO INTEGRALE ALL'OLIO DI SESAMO

INgredienti per 4 persone (quantità nette): 200 g di riso Venere integrale, olio di sesamo, 80 g di zucchine in fiore, 40 g di piselli, 40 g di fave fresche, 40 g di cipollotto, 16 g di basilico, 12 g di semi di sesamo dorato, 1-2 g di gomasio

Preparazione: Pulisci e lava tutte le verdure, saltale in padella con un filo d’olio mantenendole molto croccanti. Condiscile con altro olio di sesamo a crudo e i semi e aggiusta il sapore con un pizzico di gomasio.

Nel frattempo cuoci il riso in acqua bollente per 15-18 minuti. Scolalo e raffreddalo o servilo tiepido con la caponata di verdure. Termina con foglie di basilico fresco. P.S. puoi variare le verdure a seconda della stagione.

Articolo pubblicato sul n.26 di Starbene in edicola dal 14/06/2016

Leggi anche

Artrosi: prevenzione e cura cominciano a tavola

Artrosi: le donne le più colpite

Le nuove "punturine" contro l'artrosi

Articolazioni: i messaggi del corpo

Osteoporosi e prevenzione

Pubblica un commento