hero image

Limone: tutte le virtù

Il succo è ricco di vitamina C, disinfettante e antibatterico, mentre la scorza ha un’azione digestiva. Ecco perché è salutare

credits: iStock



di Valeria Ghitti


SCEGLILI COSÌ

Preferisci i limoni ancora con le foglie, la cui presenza è indice di maggiore freschezza. «Verifica anche che la buccia non sia raggrinzita ed evita i frutti costellati di piccoli puntini neri, segnale di un attacco da parte di parassiti», consiglia Lorenzo Bazzana, responsabile Ortofrutta di Coldiretti.

Se intendi utilizzare anche la scorza, scegli frutti non trattati (sugli altri per legge viene specificato “buccia non edibile”). Conservali in frigorifero, nel cassetto in basso. Tieni a temperatura ambiente solo quelli che intendi utilizzare a breve.

RINFORZANO L’ORGANISMO

«Il succo di limone è disinfettante, astringente e antibatterico, oltre a essere ricco di vitamina C, dai noti effetti antiossidanti», spiega Anna D’Eugenio, medico nutrizionista. Così qualche goccia nel naso più volte durante il giorno aiuta a contrastare il raffreddore, mentre usato per fare dei gargarismi contrasta mal di gola, gengiviti e afte.

«Anche la scorza del limone è ricca di oli essenziali dal potere antisettico e antifebbrile: una tisana ottenuta facendo bollire per sette minuti un limone intero, non tagliato ma lavato accuratamente, con zenzero grattugiato e un pezzettino di peperoncino è un toccasana in caso di influenza», consiglia l’esperta.


COMBATTONO DIARREA E STIPSI

I principi attivi della scorza di limone sono anche digestivi. Per sfruttarli, fai bollire la buccia di un quarto di limone in mezza tazza d’acqua per 5 minuti, fino a ottenere una tisana color canarino e bevi una tazzina calda dopo pasti abbondanti. Ottima anche l’azione digestiva della buccia di limone bollita insieme allo zenzero.

«Il limone viene utilizzato contro la dissenteria. In realtà ne favorisce la risoluzione in virtù del suo effetto antibatterico e antivirale, ma a livello intestinale la sua azione è lassativa», rivela la nutrizionista. «Merito dell’acidità del frutto, che favorisce la secrezione della bile». Una limonata con acqua e miele, infatti, è ottima contro la stitichezza ostinata.


CAMPANO O PUGLIESE?

DI SORRENTO
Piuttosto grosso, ha forma ellittica e polpa succulenta giallo paglierino. La buccia, profumata, è di medio spessore. Le scorze sono ideali per le tisane.

FEMMINIELLO
Di forma sferoidale, ha buccia di colore giallo chiaro, particolarmente liscia e di spessore molto sottile. Molto profumato, è ottimo in succo.

VALORI NUTRIZIONALI
Un etto di limoni fornisce 89,5 g di acqua, 1,9 g di fibre, 140 mg di potassio, 50 mg di vitamina C e solo 11 calorie.


Fai la tua domanda ai nostri esperti 

Articolo pubblicato sul n. 49 di Starbene in edicola dal 22/11/2016

Leggi anche

Grani antichi: tutte le virtù

Adesso l’olio si può spalmare

Latte di canapa: proprietà e benefici

Funghi, un potente antiage

Fagioli: un concentrato di nutrienti