hero image

Lattuga: i benefici per il sonno

Il cambio di stagione spesso influisce negativamente sul riposo. Scopri gli effetti distensivi di questa verdura

credits: istock



di Valerie Ghitti


Se il cambio di stagione e la primavera ti tolgono il sonno, niente di meglio di una verdura che è quasi un “must” primaverile per cercare di recuperare un buon riposo notturno. Parliamo della lattuga, ma non del suo consumo nella classica insalata.

Se mangiata cruda, infatti, ha un buon effetto idratante e saziante e migliora l’attività intestinale, ma può rendere difficile la digestione per l’importante presenza di vitamina E, clorofilla e ferro, per cui potrebbe essere controproducente a cena. Se la cuoci, invece, le cose cambiano.


TUTTO MERITO DEL “LATTE”

«Cotta, la lattuga è ben tollerabile anche da chi ha problemi digestivi, ma soprattutto diventa sedativa e soporifera», spiega Anna D’Eugenio, medico nutrizionista. «Questa proprietà è legata alle sostanze presenti nel lattucario, il succo biancastro che si trova nelle foglie e alla base della pianta.

In particolare, è efficace la lattucina,un principio attivo dal gusto amaro e dalle proprietà ipnotiche». Questa insalata è inoltre ricca di calcio e potassio, che aiutano il rilassamento neuromuscolare.


PER AUMENTARNE L’EFFETTO

Per favorire un sonno più profondo, puoi abbinare la lattuga ad altri alimenti dall’effetto soporifero. «Per un’azione sedativa e miorilassante, prova il risotto con la lattuga (il riso è un potente rilassante muscolare) e un’altra insalata a tuo piacimento arricchita con una manciata di mandorle (calmanti come la lattuga)», consiglia Anna D’Eugenio.

La stessa azione ipnotica e antistress viene regalata da una pasta con lattuga, zucchine (ricche di potassio) e salvia, che favorisce la secrezione della bile e ne stimola il flusso verso l’intestino, con un effetto digestivo e distensivo.

«Se non hai una buona regolazione del metabolismo degli zuccheri, non solo ti serve un pasto in grado di distendere la muscolatura, ma hai anche bisogno di cibi che fanno mantenere stabile il valore della glicemia per evitare possibili risvegli notturni. Allo scopo va benissimo una crema di zucca, lattuga ripassata in padella con aglio, olio e peperoncino e petto di pollo alle mandorle», conclude la nutrizionista


VALORI NUTRIZIONALI

Un etto di lattuga cruda fornisce 94,3 g di acqua, 1,5 g di fibre, 1,8 g di proteine, 240 mg di potassio, 45 mg di calcio, 229 microgrammi di provitamina A, 6 mg di vitamina C e solo 19 calorie.


EFFICACE ANCHE COME DECOTTO

Se non ti attrae cenare con la lattuga, puoi sfruttarne gli effetti soporiferi usandola per un decotto: ti basta bollirne un cespo pulito in mezzo litro d’acqua per un quarto d’ora circa. Devi quindi filtrare il tutto e berne una tazza, meglio tiepida, prima di andare a letto. E puoi tenere il resto in un thermos sul comodino per riacquistare il sonno nel caso tu sia soggetta a risvegli notturni.


Fai la tua domanda ai nostri esperti

Articolo pubblicato sul n.15 di Starbene in edicola dal 28/03/2017

Leggi anche

I cibi per dormire bene

Il menu light antistanchezza

A dieta per dormire meglio

Risvegli notturni: 4 cose da fare e 4 da evitare

Insonnia: le cure dolci