A A

8 cattive abitudini alimentari da evitare

Che cosa fare per non cadere in tentazione e mangiare meglio: consigli veloci alla portata di tutti



0

di Paola Toia

CHE COSA FARE QUANDO SI MANGIA MALE?

Mangiare fa parte della nostra quotidianità come respirare e altre azioni fondamentali per la nostra sopravvivenza. Alle volte è così automatico che non ci accorgiamo di avere cattive abitudini, che trasmettiamo di conseguenza ai nostri figli. Come si può correggere il proprio stile di vita? Niente stravolgimenti, ma solo piccoli passi che, una volta imparati, diventeranno una piacevole routine e ci faranno sentire anche meglio dal punto di vista fisico, più sani e leggeri.

Fai la tua domanda ai nostri esperti!

1. SGARRARE NEL CORSO DELLA GIORNATA

Uno degli errori più grandi che si possono commettere durante la giornata, dal punto di vista alimentare, è mangiare fuori dai pasti, un po’ perché si cade in tentazione, un po’ perché si pensa, così facendo, di mangiare meno.

Chi vuole perdere peso in fretta può essere portato a credere che la soluzione migliore sia quella di consumare meno a pranzo e a cena o addirittura di saltarli, ma in questo modo si introiettano molte più calorie che vengono bruciate più lentamente perché il metabolismo non è spinto al massimo delle sue potenzialità.

La cosa migliore è rispettare i 5 pasti della giornata (colazione, spuntino mattutino, pranzo, merenda e cena): fare una colazione energetica non più tardi di un’ora dal risveglio, consumare tanta frutta (evitando i frutti più calorici se si sta cercando di perdere peso) e verdura, bere almeno 2l di acqua al giorno e praticare un po’ di sport.

2. MANGIARE MALE

Quanti di noi non sono mai caduti in tentazione mangiando di tutto e di più? Alle volte diventa quasi liberatorio mangiare qualsiasi cosa capiti a tiro, ancora meglio se è calorica e ‘poco sana’.

Poi succede che il senso di colpa ci attanaglia e finiamo col cadere in quel pessimo circolo vizioso del ‘voglio, ma non posso’. Si desidera dimagrire, ma non si fa nulla per riuscirci, anzi il rischio è quello di aumentare le dosi.

Un altro aspetto da considerare è quello dei piatti già pronti, a cui si cede per mancanza di tempo ed estrema praticità. Attenzione a non esagerare perché in alcuni casi possono essere ricchi di grassi, zuccheri e sale e far lievitare il peso.

3. LA SPESA QUANDO SI È AFFAMATI

Bisogna evitare di andare a fare la spesa quando si è affamati, perché si rischia di acquistare qualsiasi cosa spendendo di più per prodotti inutili e poco salutari.

Per una spesa corretta è bene redigere giornalmente una lista dei prodotti che mancano, per capire cosa realmente serve in casa. In questo modo non saremo tentati dal comprare più del necessario e sarà più facile evitare di mettere nel carrello cibi grassi e superflui.

4. NON BERE ACQUA O BERE BIBITE ZUCCHERATE

Per liberarsi dalle tossine e dalle scorie in eccesso i medici raccomandano di bere 2 litri di acqua al giorno. Anche la pelle ne trarrà giovamento, partendo dall’inestetismo più comune e odiato dalle donne: la famosa cellulite causata dalla ritenzione idrica.

Un passo per ridurre/eliminare la ‘pelle a buccia d’arancia’ è proprio idratarsi, anche con tisane drenanti, tè verde, caffè o altre bibite non zuccherate. Bere, quindi, è fondamentale per idratarsi, depurarsi e tonificarsi.

5. PRANZARE O CENARE TROPPO SPESSO FUORI CASA

Un’altra abitudine da limitare è quella di mangiare fuori casa, perché sarà difficile resistere a un menù ricco e invitante. Stesso discorso vale per gli aperitivi: stuzzichini e alcolici non aiutano di certo  a mantenere la linea.

Se proprio non è possibile ridurre le uscite, il consiglio è quello di bere moderatamente privilegiando bevande poco alcoliche (il vino è meglio dei superalcolici) o analcoliche. In tema di alimenti basta fare le scelte giuste, fra carne e pesce alla griglia, insalatone, cibi non fritti, riducendo il sale e i formaggi. Infine, se il giorno dopo ci si mantiene leggeri, il problema è risolto!

6. NON PRATICARE SPORT

Altro errore è quello di condurre una vita estremamente sedentaria, muovendosi solo lo stretto necessario per compiere le basilari azioni quotidiane. Non ci si deve scoraggiare, pensando che solo gli atleti possano praticare lo sport, ma si deve entrare nell’ottica che un po’ di attività fisica fa bene al corpo e alla mente.

Bastano 20-30 minuti di camminata a passo spedito al giorno per ottenere dei risultati soddisfacenti sul lungo periodo, senza affaticarsi eccessivamente o trascurando altre passioni. Ci si può invogliare andando con un amico o ascoltando della buona musica!

7. FARE MOLTI SACRIFICI O SEGUIRE LE DIETE DEL MOMENTO

Non c’è niente di più sbagliato che sottoporsi a diete estenuanti, privandosi di qualsiasi piacere in termini gastronomici alla vana ricerca di una linea perfetta. Concedersi qualche sfizio ogni tanto non è un errore, anzi si evita di cadere poi in rovinose abbuffate e ci si sente felici.

Se si è felici, si liberano le endorfine e la serotonina (gli ormoni della felicità) che innescano un vero e proprio ‘circolo virtuoso’. Quando ci si vuole bene è come se diventasse tutto più facile e bello!

Attenzione anche alle diete ‘fai da te’ che cambiano ogni estate, perché ci si può rovinare. La cosa migliore è rispettare i classici 5 pasti della giornata, magari riducendo le dosi e praticando un po’ di sport. Se lo si ritiene necessario, affidarsi anche a un dietologo o a un nutrizionista.

8. CONSIGLI IN PILLOLE

Per concludere, qualche veloce dritta da mettere in pratica:
- non dare ai propri bimbi cibi industriali per merenda: sono ricchi di grassi idrogenati, conservanti, esaltatori di sapidità o zuccheri aggiunti, che li trasformano in vere e proprie bombe caloriche. Meglio optare per torte fatte in casa, pane e salame, pane e cioccolato o pane e miele/marmellata, yogurt, frutti;
- avere una dieta varia, mangiando di tutto un po’, senza eliminare in modo drastico certi cibi;
- imparare a leggere le etichette degli alimenti che si acquistano;
- imparare a cucinare con voglia, organizzandosi per tempo;
- evitare l’effetto ‘yo-yo’;
- riposare in modo regolare;
- ridurre il fumo o smettere di fumare;
- limitare lo stress.

Leggi anche

I 6 migliori yogurt bio alla frutta

Weekend detox: il menu per depurarsi

Starbene Collection, i supercibi

Pubblica un commento