A A

Tutte le virtù della curcuma

Ottima in cucina, questa spezia orientale dispone di valide proprietà curative: depura, contrasta il gonfiore e regala una pancia piatta



2

Con il suo intenso colore giallo e il suo sapore forte e deciso, la curcuma è una delle spezie più apprezzate nella cucina orientale.

Ma il suo utilizzo non si limita ai piatti da portare in tavola; la medicina ayurvedica e la tradizione indù considerano infatti la curcuma uno straordinario rimedio naturale pronto a prevenire e curare molti disturbi, da quelli di stomaco ai dolori articolari. Senza dimenticare le sue virtù antiossidanti che ne fanno un valido alleato nel mantenere giovane l’organismo.


Fai la tua domanda ai nostri esperti

Protegge lo stomaco

La curcuma ha innanzittutto un ottimo effetto protettivo e curativo contro i problemi di stomaco. Secondo un recente studio pubblicato sul Journal of Nutritional Biochemistry, il suo consumo regolare sarebbe in grado di aumentare le difese dell’organismo contro le infezioni gastrointestinali, tipiche del periodo più freddo dell’anno.

In più la curcumina, il principio attivo contenuto nel rizoma, avrebbe effetti antinfiammatori e antidolorifici capaci di alleviare il mal di testa, il mal di denti e i dolori articolari.

Disintossica e contrasta il gonfiore

Il turmerone, un’altra sostanza attiva presente nella curcuma, potrebbe avere un ruolo diretto nel promuovere la rigenerazione delle cellule cerebrali con una significativa azione di prevenzione delle malattie degenerative come l’Alzheimer.

La curcuma aiuta inoltre a calmare i dolori mestruali e, quando aggiunta ai cibi, rende i piatti più digeribili e leggeri. Con la sua azione disintossicante e depurativa riduce inoltre il gonfiore addominale e aiuta ad avere una pancia piatta.

Anche per la bellezza

Le donne indiane utilizzano da sempre la curcuma come ingrediente di bellezza per maschere e impacchi per il viso e il corpo che hanno un’ottima azione rigenerante e anti-età, preziosa per combattere rughe e macchie scure.

La curcuma ha infatti un potente effetto antiossidante, utile per contrastare i radicali liberi che invecchiano precocemente tutti i tessuti dell’organismo, pelle compresa. Le sue proprietà depurative poi sono preziose per favorire l’eliminazione delle scorie che creano gonfiore, appesantiscono e peggiorano la cellulite.

Usala così in cucina

Due cucchiaini al giorno sono la dose ideale per godere a pieno delle virtù della curcuma. Ma come utilizzarla? In cucina la curcuma è adatta sia alle preparazioni salate che a quelle dolci.

Perfetta con le carni bianche, in particolare con il pollo, insaporisce anche il pesce, i gamberi e le uova strapazzate. Si può aggiungere alle zuppe e alle vellutate, in particolare quelle di zucca, patate e caro

te, ma si può usare anche per profumare la frutta cotta.

Perfetta per un risotto con carote e zucchine, si può aggiungere anche allo yogurt oppure al miele che si usa per addolcire tè e tisane.

Prezioso golden milk

Un modo diverso per godere delle virtù della curcuma è preparare il golden milk, una bevanda della tradizione ayurvedica che contiene un’alta percentuale di questa spezia.

Si inizia preparando il composto base: si fa bollire un quarto di tazza di curcuma in mezza tazza di acqua fino ad ottenere una pastella liscia da conservare in frigorifero in un barattolo.

Per ottenere il golden milk basta mescolare un quarto di cucchiaino di questo composto con una tazza di latte di riso e un cucchiaino di olio di mandorle dolci. Si scalda la bevanda, si addolcisce con miele e si beve una volta al giorno.

Leggi anche

Zafferano, una spezia preziosa

Timo, un'erba salutare

Cucina ayurvedica, ti sgonfi e perdi peso

Tutto il buono di stagione

Tutte le virtù dell’uva

Tutto il buono dell’autunno

Zucca, non solo ad Halloween

Pubblica un commento