A A

Dieta: i trucchi giusti al ristorante

Come mangiare quando andiamo a cena fuori? Che menu scegliere al ristorante cinese? La nostra esperta ci dà le dritte giuste per goderci una cena o un pranzo con gli amici, senza mettere a rischio la linea



0

di Lidia Pensiero

 

Con la bella stagione ci sono più occasioni per uscire a mangiare. Ma come conciliare il ristorante con la dieta? Cosa mangiare a cena? Per quanto possa sembrare difficile, regolarsi è possibile ed è facile, senza mettere a rischio la linea e senza troppi sacrifici. Basta saper scegliere le portate giuste e usare qualche astuzia per “risparmiare” calorie il giorno dopo. Ecco che cosa fare per dimagrire anche al ristorante.


Fai la tua domanda ai nostri esperti

PRIMA LE VERDURE

Non è difficile ordinare un pranzo dietetico o una cena light al ristorante. «Ordina sempre almeno un piatto a base di sole verdure e soltanto a seguire il piatto di portata come pasta o cereali, legumi, o proteine di origine animale», suggerisce Lucia Bacciottini, biologa nutrizionista e autrice del libro Flexitarian diet, la dieta flessibile (Giunti Demetra).

Altra regola d’oro è quella di concedersi una sola porzione di carboidrati per pasto: «Si può scegliere fra pane, cereali, pasta, patate, pizza, dolce. Per esempio, se a pranzo mangi un dessert, prenderai il primo a cena o viceversa: cerca di non consumare mai due porzioni di carboidrati nello stesso pasto», prosegue la nutrizionista.

IL VINO AL POSTO DEL PANE

Rinunciare all’alcol quando si cena fuori è proprio necessario? Non è detto: «L’acqua minerale naturale, ma anche quella gasata, sono senz’altro da preferire, ma si può bere anche uno o due bicchieri di vino purché si faccia a meno del pane», spiega l’esperta.

Come mai l’uno esclude l’altro? «Pane e vino sono in antitesi perché hanno un budget calorico abbastanza equivalente perciò meglio privilegiare il vino che è un esaltatore del menù».

CONTROBILANCIARE I PASTI

Se fai un pranzo di lavoro fuori o una cena con gli amici al ristornate puoi anche concederti un pasto più ricco e un bicchiere di vino, a patto di controbilanciarlo con l’altro pasto della giornata o con quello del giorno dopo.

«Il pasto del riequilibrio deve essere prevalentemente a base di verdure, con una piccola porzione di carboidrati complessi come riso o pasta integrale o di proteine magre come il pesce. In alternativa, vanno bene anche le proteine vegetali dei legumi».

I TRUCCHI PER IL RISTORANTE CINESE

È più difficile salvare la linea se vai a cena al ristorante cinese, perché alcuni piatti possono contenere anche fino a 1.000 calorie. Ma questo non significa che devi rinunciare a mangiare cinese. «Non ordinare fritti, sia perché sono quelli più calorici, sia perché non puoi sapere qual è il grasso con cui è stata fatta la frittura», avverte l’esperta.

«Meglio privilegiare i cibi cotti al vapore come i famosi ravioli oppure le zuppe di verdure. Attenzione anche al riso perché è bianco e non integrale, e quindi non è l’ideale, e alle salse, che sono molto grasse.

E i biscotti della salute? «A fine pasto conceditene pure uno».

Leggi anche

Al ristorante, ma senza ingrassare

Cena a due in versione “light”

La mia casa è un ristorante

Pubblica un commento