A A

Tonno: una scelta ok per chi vuole dimagrire

Non è solo buono e versatile: il tonno in scatola è un aiuto prezioso per chi vuole perdere peso in previsione dell’estate



0

È ricco di proteine dall’alto valore biologico, è gustoso e si presta ad assere consumato in molte ricette diverse, dalle più semplici alle più elaborate.

«Ma il tonno in scatola rappresenta anche un prezioso alleato per ritrovare la forma persa dopo un lungo inverno sedentario – spiega il professor Pietro Migliaccio, medico nutrizionista, Presidente della Società Italiana di Scienza dell’Alimentazione (SISA) – Basta infatti inserirlo in un programma alimentare ben calibrato per riuscire a smaltire i chili in più senza restrizioni eccessive che penalizzano il gusto e a lungo andare non portano risultati».


Fai la tua domanda ai nostri esperti

È ricco di proteine

Secondo una ricerca DOXA/ANCIT oggi quasi un italiano su due (per essere precisi il 43%) mangia tonno in scatola ogni settimana. La scelta è dettata innanzitutto dal fatto che è facile, veloce da preparare e versatile.

«Ma non bisogna dimenticare le sue virtù nutrizionali – precisa Migliaccio – Il tonno fornisce infatti proteine nobili, circa 23 g per 100 g di prodotto, e pertanto assicura all’organismo gli amminoacidi indispensabili per il ricambio dei tessuti e per la sintesi di sostanze proteiche come ormoni, enzimi e neurotrasmettitori».

Contiene grassi preziosi

«Rilevante è anche l’apporto di acidi grassi Omega 3 che aumentano il colesterolo buono e hanno un’azione protettiva sul sistema cardiovascolare – precisa l’esperto – Da non dimenticare poi le vitamine del gruppo B e i minerali come ferro, iodio, fosforo e potassio. Tra i suoi pregi anche la concentrazione di due importanti elementi per l’organismo: lo zinco e il selenio, la cui associazione ha un’importante funzione antiossidante e risulta fondamentale per la crescita e lo sviluppo dei soggetti più giovani».

E le calorie?

Il valore energetico del tonno in scatola dipende dal quantitativo di olio rimasto dopo lo sgocciolamento e oscilla tra le 190 e le 290 calorie per 100 grammi. «Un apporto calorico perfettamente equilibrato che aiuta a restare in forma e anche a perdere qualche chilo di troppo soprattutto se si fanno i giusti abbinamenti» continua Migliaccio.

Un esempio? «Tonno e melanzane rappresentano una combinazione adatta a chi è piuttosto sedentario: il piatto ha poche calorie e un’adeguata quantità di fibra alimentare che aumenta il senso di sazietà» conclude il nutrizionista.

Non solo spaghetti

Altri abbinamenti gustosi e leggeri, adatti a chi vuole perdere peso, vedono il tonno accostato a verdure, non solo i consueti pomodori, in un’accoppiata per altro vincente dal punto di vista dell’apporto di antiossidanti, ma anche gli spinaci, i carciofi e le melanzane.

«Al posto dei tradizionali spaghetti al tonno si può anche provare un originale cous cous con tonno, pomodorini e zucchine, un valido piatto unico che nutre e sazia senza appesantire» suggerisce il professor Migliaccio.

Anche per gli sportivi

Che il tonno sia un alimento amico del benessere lo confermano anche i salutisti per eccellenza, gli sportivi.

Secondo un’indagine Doxa/Ancit i circa 25 mila italiani che praticano sport mettono infatti il tonno in scatola nell’elenco dei cinque cibi irrinunciabili, insieme a carni bianche, legumi, yogurt magro e bresaola. Sette italiani su dieci concordano per altro che il tonno sia un ottimo alimento per chi vuole mantenere la forma.

«Chi pratica sport a tutti i livelli, anche semplicemente per stare bene, ha bisogno di più proteine rispetto a chi conduce una vita sedentaria e il tonno è pronto a fornirle con un apporto di grassi modesto e un valore calorico contenuto» conclude l’esperto.

Leggi anche

Scegli il tonno e fai il pieno di salute

Pesce: sai cucinarlo?

Pesce: mini guida al consumo

Strategie perdi-peso

Dalla camminata alla corsa: bruci 300 calorie in 30 minuti

Dimagrire con un'alimentazione sana

Per dimagrire mangia integrale

Pubblica un commento