A A

Semi di chia, piccoli e preziosi

Magici per gli Atzechi, sono un elisir di salute tutto da scoprire, anche ai giorni nostri



0

Conosciuti sin dall’antichità e apprezzati in modo particolare dagli Atzechi che li usavano per affrontare vittoriosi le battaglie, i semi di chia, piccolissimi, sferici e di colore scuro, sono stati riscoperti di recente soprattutto grazie alle star hollywoodiane, in particolare Gwyneth Paltrow che ne ha parlato nel suo libro di cucina “It’s all good”, dove propone molte ricette con questi piccoli semi che vantano una serie di benefiche proprietà per l’intero organismo.


Fai la tua domanda ai nostri esperti

Omega 3 più del salmone

Originari dell’America centro-meridionale dove tutt’oggi vengono raccolti dalle piante di salvia hispanica che li producono spontaneamente, i semi di chia hanno ottime proprietà nutrizionali che ne fanno un alimento prezioso per chi a tavola vuole preservare salute e benessere.

Forniscono innanzitutto grassi Omega 3, in un quantitativo otto volte superiore a quello presente nel salmone: si tratta di grassi buoni che contribuiscono a tenere basso il colesterolo e che aiutano la pelle a mantenersi elastica.

Tanti aminoacidi

I semi di chia contengono un’elevata percentuale di aminoacidi essenziali che l’organismo non è in grado di produrre ma che deve ricevere dall’alimentazione. Questi aminoacidi servono per la salute e l’equilibrio dell’intero organismo, stimolano il ricambio cellulare, influiscono sulla produzione di ormoni, sono indispensabili per dare forza alla muscolatura e al tessuto cutaneo preservandolo dal rischio di perdere elasticità e compattezza prima del tempo.

Fonte privilegiata di vitamine

Nei piccoli semi di chia si nasconde un tesoro prezioso di vitamine in particolare la A, la C, la B6 e la B12. Tanti sono i benefici che regalano al corpo: rinforzano il sistema nervoso, aiutano ad aumentare la capacità di concentrazione e contribuiscono a tenere sotto controllo l’ansia. Inoltre la vitamina A stimola il rinnovamento cellulare dando nuova vitalità alla pelle e la C agisce come potente antiossidante contrastando i radicali liberi che accelerano il processo di invecchiamento.

C’è anche il calcio

Un’altra preziosa virtù dei semi di chia è l’elevata percentuale di calcio, maggiore di quella presente nel latte di mucca. Sono utili quindi sia nei bambini che negli anziani, in particolare nelle donne dopo la menopausa per mantenere salde le ossa.

Buona anche la presenza di ferro la cui concentrazione è tre volte maggiore rispetto a quella degli spinaci e di magnesio, dieci volte più che nei broccoli, minerale che regola il tono dell’umore, combatte la stanchezza e dà energia ai muscoli.

Come si usano?

Croccanti e dal gusto neutro, i semi di chia sono versatili in cucina e si possono abbinare sia a piatti dolci che salati. Si possono aggiungere alle insalate, anche quelle di riso o di pasta protagoniste della tavola estiva, ai centrifugati e ai frullati. Stanno bene sulle tartine, sui crostini e si sposano bene con i piatti a base di legumi, le zuppe, le minestre e le vellutate. Lasciati a bagno, assorbono acqua trasformandosi in una gelatina che può sostituire egregiamente le uova.

Si trovano nei negozi alimentari specializzati e in quelli bio, del commercio equosolidale e in alcuni supermercati. Per conservarli a lungo basta tenerli in una contenitore a chiusura ermetica.

Leggi anche

Controllare la pressione con l’estratto di semi d’uva

Semi di chia, olio di cocco, spirulina: sono davvero cibi miracolosi?

Olio di lino: idratante antiage per viso

Super foods

Tante fibre e pochi grassi? Mangia così

I cibi contro il mal di testa

I cibi dell'eros

Pubblica un commento