A A

Salva il cuore a tavola

Per la salute del cuore, scegli un’alimentazione che privilegi i cereali integrali, le fibre e i grassi buoni



0

Secondo i dati più recenti sei italiani su dieci hanno un livello di colesterolo più alto rispetto alla norma, un fattore che predispone a tutta una serie di malattie cardiovascolari tra cui ictus e infarto, che rappresentano in Italia il 44% delle cause di mortalità.

Tra i fattori che aumentano i rischi ci sono anche il sovrappeso e il diabete. Una dieta equilibrata e leggera aiuta a tenere sotto controllo tutti questi problemi e protegge il cuore mantenendolo sano.


Fai la tua domanda ai nostri esperti

Serve soprattutto ridurre i grassi

Il menù che riduce i rischi di patologie cardiovascolari non è una dieta dimagrante, ma un regime che permetta di mantenere livelli ottimali di glicemia, colesterolo e pressione sanguigna.

La prima mossa è quella di ridurre al massimo l’apporto di cibi ricchi di grassi saturi e parzialmente idrogenati che rappresentano un serio pericolo per la salute di vene e arterie e anche del cuore, a favore invece di alimenti che apportino grassi essenziali polinsaturi come gli oli vegetali, in particolare quello extravergine di oliva.

Non esagerare con i carboidrati

Anche gli zuccheri, soprattutto quelli raffinati, fanno aumentare i livelli di trigliceridi e di colesterolo esponendo a un maggior rischio di patologie cardiache. La dieta che protegge il cuore limita quindi l’apporto di cereali lavorati e raffinati sotto forma di pane, pasta, dolci e snack.

Una volta ingeriti infatti gli zuccheri di questi cibi si legano ad alcune proteine creando le proteine glicate che, avendo una consistenza gelatinosa, si attaccano alle pareti delle arterie, ostruendole. Inoltre gli zuccheri favoriscono l’invecchiamento dei tessuti, compresi quelli del sistema cardiovascolare.

Meglio i cereali integrali

Prezioso alleati della salute del cuore sono i cereali integrali e quelli in chicchi: forniscono proteine vegetali, vitamine in particolare quelle del gruppo B, la E e la D e minerali come zinco, magnesio e fosforo, preziosi per il buon funzionamento del sistema cardiovascolare.

In più, le fibre che contengono, rallentano l’assorbimento intestinale degli zuccheri tenendo sotto controllo sia i valori della glicemia, sia la produzione di insulina. Via libera quindi sulla tavola all’orzo e al farro, ma anche al riso integrale, all’avena e al miglio, ricchi di carboidrati ma anche di proteine e fibre.

Le buone regole da seguire

Per la colazione sono consigliati il tè verde e il caffè, senza perà esagerare con le tazzine durante il giorno. Perfetto lo yogurt, il latte parzialmente scremato oppure le alternative vegetali, le fette biscottate, il pane integrale, i cereali integrali in fiocchi, i biscotti secchi integrali.

Sia a pranzo che a cena è importante bilanciare l’apporto di carboidrati, proteine magre delle carni bianche e del pesce e grassi buoni di origine vegetale, prevendendo sempre un piatto di verdure, crude o cotte.

Ci vuole anche il movimento

Una buona regola da adottare è anche quella di bere sempre molto, almeno un paio di litri di liquidi tra acqua oligominerale, tè e tisane che si possono prendere anche durante il giorno per evitare di esagerare con il caffè.

Per proteggere la salute del cuore è preziosa anche la frutta secca oleosa che può essere consumata con regolarità, a colazione e come spuntino.

Indispensabile poi fare movimento con regolarità: un’attività fisica di almeno mezzo’ora ogni giorno, anche una semplice passeggiata, è preziosa per la salute del cuore e delle arterie.

Leggi anche

Cuore in salute: farmaci o integratori?

Tieni a cuore il tuo cuore sin da bambino

Cuore in salute: piante medicinali alleate nella prevenzione

Salute in tavola

Proteggi la vista a tavola

Il buonumore si conquista a tavola

Artrosi: prevenzione e cura cominciano a tavola

Pubblica un commento