A A

Magica melagrana

I suoi semi colorati sono un elisir di lunga vita che aiutano a proteggere l’organismo in inverno e a mantenerlo giovane



3

Nel mondo antico era il simbolo di Afrodite e veniva quindi associata alla femminilità, alla fertilità e alla rigenerazione.

Originaria del Caucaso, la melagrana è un frutto prezioso, di cui recenti ricerche scientifiche hanno confermato le straordinarie virtù per la salute e il benessere dell’intero organismo: la sua ricchezza in antiossidanti ne fa infatti un potente scudo che protegge, alza le difese immunitarie e previene malattie e invecchiamento.


Fai la tua domanda ai nostri esperti

Cosa nascondono i chicchi

Il frutto del melograno è costituito per il 78% di acqua che ne fa innanzitutto un prezioso alleato contro ritenzione, gonfiore e cellulite.

Ma a interessare il mondo scientifico è soprattutto il suo elevato quantitativo di sostanze fondamentali per il buon funzionamento dell’organismo, come le vitamine del gruppo B, la E e la K più sali minerali tra cui potassio, manganese, zinco, rame, fosforo, ferro e magnesio che lo rendono un valido remineralizzante e ricostituente, utile in modo particolare per affrontare meglio la stagione fredda.

Un potente scudo protettivo

Ad essere significativa è soprattutto la presenza nella melagrana di un alto quantitativo di polifenoli, in particolare dell’acido ellagico e dei tannini, che svolgono una decisa azione contro i radicali liberi responsabili dell’accelerazione dell’invecchiamento.

Sono proprio queste sostanze a fare della melagrana un frutto prezioso per proteggere l’organismo, abbassare il colesterolo cattivo, alzare le difese immunitarie e prevenire le malattie.

Un aiuto anche per i denti

Nonostante l’alto contenuto zuccherino dei chicchi, la melagrana, come dimostra una recente ricerca del Technion-Israel Institute of Technology, è in grado di ridurre i livelli di zuccheri nel sangue con un’efficace azione di prevenzione e di controllo del diabete.

Aiuta inoltre a mantenere controllata la pressione che nei mesi freddi tende ad alzarsi: in più, grazie alla presenza della clorexidina, utilizzata anche nei collutori, cura le gengive e previene le infezioni della bocca. Un cucchiaio di semi mangiati a fine pasto frena la formazione della placca, rinfresca l’alito e aiuta a prevenire la carie.

Per stare in forma e ritrovare il buonumore

Oltre al potassio che favorisce il drenaggio di liquidi e scorie, la melagrana, grazie alla sua azione antiossidante, protegge i piccoli vasi, aiuta la circolazione e ha quindi un effetto benefico contro la cellulite.

Da non dimenticare infine che studi recenti hanno confermato la sua funzione regolatrice sugli sbalzi di umore, un’azione utile, oltre che per sentirsi meglio, anche per evitare di eccedere con il cibo quando si è giù di morale, facendo salire l’ago della bilancia.

Il succo è ancora più ricco

Per godere al massimo delle virtù della melagrana, meglio berne il succo: essendo ottenuto dalla spremitura di tutto il frutto, è più ricco di antiossidanti perché contiene anche i tannini presenti nella membrana bianca e nella parte interna della buccia. Attenzione però, poiché il succo si altera presto: una volta versato nel bicchiere va bevuto subito.

I chicchi, oltre che consumati come frutta, sono ottimi da aggiungere alle macedonie, alla cioccolata e alle insalate con riso e legumi. L’infuso preparato con le foglie infine è un ottimo rimedio contro mal di gola e infiammazioni della bocca.

Leggi anche

Tutte le virtù dell’uva

Tutto il buono dell’autunno

Zucca, non solo ad Halloween

Le virtù della frutta

Una mela al giorno…

5 buone ragioni per scegliere le banane

Salute e bellezza con le prugne essiccate

Pubblica un commento