A A

Ma è proprio vero che…?

Non tutto le credenze sul cibo hanno un fondamento di verità, anzi in alcuni casi si possono avere delle sorprese



0

Lo zucchero di canna è “dietetico”

Il contenuto in termini di glucosio e di fruttosio è identico nello zucchero bianco e in quello scuro. La differenza consiste solo nel fatto che il primo è raffinato mentre quello di canna non lo è completamente. Può contenere quindi qualche traccia di potassio che non ha però nessun risvolto positivo sull’organismo.

Il valore dolcificante e quello calorico peraltro sono uguali: lo zucchero scuro quindi non fa ingrassare di meno come si tende a credere. La differenza può esserci invece a livello di gusto, visto che uno è più delicato e l’altro più pieno.


Fai la tua domanda ai nostri esperti

L’ananas fa bruciare grassi

Non esiste nessun cibo, né l’ananas né il pompelmo, che permette di bruciare grassi e quindi di far dimagrire, come del resto non ci sono cibi a zero calorie, a parte l’acqua.

L’ananas però è ricco di bromelina, un enzima che favorisce la digestione delle proteine contenute nei cibi: questo provoca una sensazione di leggerezza a fine pasto che può dare l’idea di aver bruciato grassi. Inoltre grazie alla ricchezza in fibre, l’ananas favorisce un senso di sazietà che consente di non eccedere con altri cibi.

Meglio non bere ai pasti

Quello che conta è assumere almeno un paio di litri di liquidi al giorno. Quando lo si fa è poco influente. Bere a pasto non fa male, comunque, ma al contrario può essere un modo per riempire lo stomaco, in particolare se si sceglie dell’acqua leggermente frizzante, per sentire presto il senso di sazietà e limitare quindi il consumo di cibi.

Attenzione comunque che nel conteggio dei liquidi da assumere quotidianamente bisogna tenere conto anche della frutta e della verdura che si consuma, due alimenti ricchi di acqua.

Per dimagrire bisogna non mangiare

Non è per niente vero. Per restare in linea e perdere peso quando serve, è fondamentale scegliere con cura quello che si porta in tavola: questo non vuole dire però privarsi di tutto, ma piuttosto evitare i piatti eccessivamente calorici per privilegiare quelli che sanno mettere d’accordo le esigenze del gusto e quelle della bilancia.

Eccessive restrizioni peraltro finiscono per sortire l’effetto opposto: l’insoddisfazione infatti può spingere prima o poi ad esagerare con il cibo.

Gli spinaci sono un concentrato di ferro

In realtà contengono meno ferro delle lenticchie, del pollo e del cacao amaro. L’origine di questo falso mito va trovata in un semplice errore di trascrizione: nel 1890 un gruppo di nutrizionisti americani scrivendo le etichette di alcuni alimenti hanno riportato una percentuale di ferro negli spinaci di 34 mg per etto mentre è solo di 3,4 mg.

Attenzione poi agli abbinamenti: insaporire gli spinaci con il parmigiano per esempio provoca una riduzione dell’assorbimento del ferro.

Leggi anche

Alimenti buoni o cattivi?

Raffreddore: le cure tra verità e falsi miti

5 falsi miti legati all’incontinenza

Strategie salva-linea

Per dimagrire mangia integrale

Dimagrire con un'alimentazione sana

Dimagrisci mangiando

Pubblica un commento