A A

La stanchezza si combatte a tavola

Dieci cibi per dimenticare lo stress e ritrovare subito l’energia



0

Distratti, assonnati, con poca voglia di fare. Quando la stanchezza si fa sentire non solo fisicamente ma anche mentalmente è importante passare subito alle contromisure. La prima? Controllare quello che si porta in tavola: il cervello infatti consuma una gran quantità di energia, più di qualsiasi altro organo del corpo, e ha bisogno di essere nutrito in maniera adeguata. Ecco i dieci cibi che allontano la fatica e fanno ritrovare una mente più sveglia.

Salmone

Gli Omega 3 che contiene il salmone fortificano la memoria, migliorano l’apprendimento e modulano in senso positivo l’umore. Una loro carenza può infatti provocare disturbi del sistema nervoso.

Cereali integrali

I cereali integrali rilasciano gli zuccheri lentamente, mantenendo stabili i livelli di glucosio nel sangue. Al contrario, gli alimenti raffinati fanno dapprima impennare e poi crollare con un rapido cambiamento la curva glicemica, un fattore che può causare stanchezza e difficoltà di concentrazione.

Verdure a foglia verde

Erbette, spinaci, catalogna e cicoria sono una fonte privilegiata di acido folico (nota anche con il nome di vitamina B9, una sostanza la cui carenza costituisce uno dei principali fattori di rischio per lo sviluppo di malformazioni congenite), vitamina C, carotene, colina e acidi grassi Omega 3.

Manzo

La carne di manzo apporta una notevole quantità di tirosina, un amminoacido che migliora la risposta dell'organismo a stress di varia natura. Per non pesare sulla linea però, è sempre meglio scegliere i tagli più magri e preferire la cottura al forno e alla griglia per evitare di aggiungere grassi.

Uova

Le uova sono la fonte privilegiata di colina, un nutriente essenziale deputato al corretto funzionamento della trasmissione nervosa e delle funzioni epatiche. Questo alimento inoltre è ricco di vitamine del gruppo B e di tirosina, un componente che svolge un ruolo fondamentale nella produzione di alcuni neurotrasmettitori.

Mandorle

Ricche di vitamina B1 e B2 e di magnesio, le mandorle sono un alimento prezioso per contrastare lo stress e la stanchezza. Visto il loro alto contenuto calorico però, è bene non superare le tre mandorle al giorno, magari utilizzandole come spuntino energetico.

Frutti di bosco

Grazie all’alta concentrazione di flavonoidi, i frutti di bosco aiutano a contrastare i radicali liberi (ovvero i prodotti di scarto risultanti dalla respirazione cellulare), potenziare le capacità della mente e tenere sotto controllo gli sbalzi d’umore.

Avocado

L’avocado è un frutto tropicale decisamente ricco di proprietà benefiche per l’organismo umano: questo frutto infatti fornisce vitamina E dall’azione protettiva, vitamina B6, tirosina e triptofano, ovvero una sostanza capace di stabilizzare l’umore e di alleviare la stanchezza.

Latte, yogurt e formaggi

Grazie all’alto contenuto di vitamine, calcio e proteine ad alto valore biologico, il latte, lo yogurt ed i formaggi costituiscono un nutrimento principe per il cervello. Bisogna ricordare però di preferire le qualità più magre, così da non far salire l’ago della bilancia.

Lenticchie e ceci

Ceci e lenticchie contengono molta fibra, un composto di origine vegetale che regola i livelli di colesterolo e di zucchero nel sangue. Queste particolari tipologie di legumi costituiscono inoltre una buona fonte di proteine, ferro, selenio, acido folico e tirosina.

Leggi anche

Prova la dieta antistanchezza!

Dossier Integratori: stanchezza fisica

Magnesio alleato contro gonfiori e stanchezza

Combatti lo stress

Zenses: la tua cura "virtuale" contro stress e tensione

La dieta al vapore: dimagrisci e riduci lo stress

Più snella (e bella) senza stress

Il pettegolezzo riduce lo stress

Pubblica un commento