A A

Insalata? Mista è meglio

Foglie rosse e verdi nello stesso piatto assicurano all’organismo un pieno di antiossidanti



0

È il contorno preferito di chi vuole restare in forma, ma anche la soluzione più veloce per completare il menù quando non si ha tempo per preparare altre verdure, senza contare che è croccante, fresca, ideale per la tavola dell’estate.

Parliamo naturalmente dell’insalata che, oltre a essere buona, è anche un prezioso concentrato di sostanze benefiche per l’organismo. Meglio però portare sempre in tavola un’insalata mista. Lo suggerisce uno studio dell’Università di Pisa secondo il quale le foglie non sono tutte uguali.

Le foglie rosse

Marvel of Four Seasons e Oak Leaf. Sono queste le due varietà di insalata rossa sulle quali si è concentrato lo studio dell’Università di Pisa, durante cui è stato verificato che proprio grazie alla loro colorazione rossa hanno un maggior potere antiossidante.

Le insalate rosse sarebbero in grado inoltre di combattere i pericolosi radicali liberi in modo più veloce rispetto alle insalate verdi, merito in particolare delle cianidine che reagiscono rapidamente con i radicali proteggendo le cellule dall’ossidazione e assicurando giovinezza a tutto il corpo.

E quelle verdi 

Questo non vuole dire che anche le insalate verdi non siano benefiche, anzi! Rispetto alle foglie rosse, le varietà verdi come la Batavia contengono un altro tipo di antiossidanti come i carotenoidi e particolari molecole che hanno un’azione protettiva prolungata nel tempo e quindi altrettanto preziosa per preservare l’organismo dai danni dei radicali liberi.

Conclusione: meglio portare sempre in tavola un’insalata mista per assicurarsi il massimo dei benefici che questo alimento prezioso può offrire.

Un contorno anti-rughe

Il pieno di antiossidanti che un piatto di insalata mista apporta consente infatti di mettere un freno al danno ossidativo che porta le cellule a invecchiare prima del tempo. Tutto l’organismo ne beneficia, naturalmente, e la pelle in modo particolare.

«Un apporto costante e significativo di antiossidanti attraverso l’alimentazione rappresenta infatti una sicura garanzia per prevenire la comparsa dei segni del tempo, in particolare le rughe sul viso e i cedimenti del corpo» commenta il professor Fabio Rinaldi, dermatologo a Milano e docente a La Sorbona di Parigi. 

Un pomodoro in più

Con qualche aggiunta, il piatto di insalata mista che accompagna carni e pesci a tavola diventa ancora più gustoso e anche più virtuoso.

«Pomodori e carote, ad esempio, sono altre verdure ricche di antiossidanti e di betacarotene, sostanza che soprattutto nella stagione estiva è preziosa per mantenere la pelle idratata e favorire la comparsa di una tintarella dorata» commenta la dottoressa Mariangela Rucco, biologa specialista in nutrizione dermatologica presso lo studio Rinaldi a Milano.

Attenzione al condimento

Nessun dubbio quindi che l’insalata faccia bene, anche se va condita nel modo giusto. L’olio extravergine di oliva è sicuramente il condimento più prezioso che va aggiunto però con parsimonia, non più di un cucchiaino, massimo due, per piatto in modo da non mettere in pericolo la linea.

Bene anche l’aceto di mele e una spruzzata di limone, dall’azione disintossicante, mentre per chi vuole tagliare drasticamente le calorie è possibile optare per lo yogurt magro mescolato con erbe aromatiche e spezie a piacere.

Leggi anche

Insalata con l'uva

Perdi una taglia in due settimane con la dieta dell'insalata

È estate: prova la dieta del pomodoro!

Contorni benessere

Pomodoro biologico è un alimento-farmaco

Zucca, carciofi e broccoli contro i malanni di stagione

Frutta e verdura di primavera ti rigenerano

Pubblica un commento