A A

Fibre: prova con gli integratori naturali



1

Le fibre sono benefiche per salute e linea: aiutano, infatti, a controllare glicemia e colesterolo, regolarizzando l'intestino. Oltre che con la dieta giusta, puoi assumere fibre anche con integratori tutti naturali. Come spiega la dott.ssa Sara Pratelli, naturopata. 

I benefici delle fibre

Un corretto apporto di fibre è fondamentale per mantenersi in buona salute e anche in linea. Le fibre, in natura, si trovano sia nel mondo vegetale (verdura, frutta, legumi) sia nei cereali integrali.

Dunque, una dieta equilibrata e varia è il primo passo per farne scorta. «Le fibre aiutano a ridurre il colesterolo "cattivo" nel sangue e, inoltre, inglobano glucosio e dunque tengono sotto controllo anche i livelli di glicemia» spiega la dott.ssa Sara Pratelli.

Integratori naturali

Per garantire un corretto e sufficiente apporto di fibre, una buona alimentazione è la base. In più, possono essere utili anche gli integratori naturali.

«Si tratta di integratori che aiutano sia a regolarizzare l'attività intestinale, in caso di stitichezza per esempio, sia a perdere peso» spiega la dott.ssa Pratelli.

«La fibra solubile, infatti, forma una sorta di gel voluminoso (mucillagine) che ingloba grassi e glucosio» specifica l'esperta. 

Lontano dai farmaci

Le fibre, quindi, agiscono come "spazzini" inglobando grassi e zuccheri. Questa azione, però, coinvolge anche i farmaci assunti, per esempio. Gli integratori di fibre, dunque, potrebbero ridurre l'efficacia di alcuni medicinali. 

«Molto importante è assumere gli integratori di fibra lontano dai medicinali, soprattutto se si tratta di farmaci salvavita» spiega la dott.ssa Sara Pratelli. 

Semi di lino

Tra gli integratori naturali più efficaci, ci sono i semi di lino. Si tratta di una tipologia di seme che forma nell'inestino una sorta di gel-mucillagine.

«Molto efficaci sia per combattere la stitichezza, persino nei bambini, i semi di lino sono utili anche per sgonfiare la pancia» spiega la dott.ssa Sara Pratelli.

Inoltre, i semi di lino sono una delle più importanti fonti di Omega3 in natura: si tratta di acidi grassi essenziali particolarmente preziosi per tenere sotto controllo i livelli di colesterolo.

La modalità di assunzione consiste nel triturare i semi di lino crudi, nella dose di 3 cucchiaini al giorno. 

Altea

L’Althea Officinalis è una pianta appartenente alla famiglia delle Malvacee. In questo caso, potremmo affermare che "nomen omen" poiché Althea significa "colei che cura". 

«L'Altea è un ottimo integratore naturale di fibra in quanto è composta per il 30% circa da mucillagini» spiega la dott.ssa Pratelli.

Oltre alle mucillagini, in questa pianta si trovano numerosi antiossidanti come polifenoli e tannini. Per questo motivo, si tratta di un integratore che svolge anche un'interessante attività antinfiammatoria

Manna

La maggior parte degli integratori di fibre in commercio contiene manna.

La mannite è uno zucchero inassorbibile e, per questo motivo, si tratta di un efficace lassativo naturale, che agisce per osmosi richiamando acqua nel lume intestinale. 

«La manna è molto utile per contrastare la stitichezza in modo naturale, essendo ben tollerata. Inoltre, può aiutare a sgonfiare la pancia» spiega l'esperta. 

Gomma Guar

Tra gli integratori naturali più utilizzati, ed efficaci, troviamo la Gomma Guar. Il Guar è una pianta tipica dell'India e del Pakistan.

«La fibra della Gomma Guar funziona bene nel regolarizzare l'attività intestinale, nelle diete dimagranti e, anche, nel controllo della glicemia» spiega l'esperta. 

La Gomma Guar, o farina di semi di Guar, è anche un ottimo addensante naturale: ricca di acqua, proteine e fibre. 

Agar Agar

L'agar agar è un'alga dai "superpoteri". «Oltre a essere un perfetto addensante naturale (che permette di sostituire egregiamente la colla di pesce), l'agar agar è anche un'ottima fonte naturale di fibra solubile» spiega la dott.ssa Sara Pratelli.

Infatti, l'agar agar è un'alga costuita per l'80% da fibre solubili: migliora la digestione, aumenta il senso di sazietà (aiutando anche a perdere peso) e previene pericolosi picchi glicemici inglobando il glucosio. 

Semi di psillio

I semi di psillio sono un'altra fonte di fibra naturale, presenti in mumerosi integratori specifici. «I semi di psillio sono rivestiti di mucillagini. Quest'ultime sono fibre solubili (che crescono di volume con l'acqua) dall'azione regolarizzante sull'attività intestinale» spiega l'esperta.

In più, i semi di psillio svolgono un'importante azione prebiotica, efficace anche in caso di colite. Questo tipo di fibra sembrerebbe svolgere anche un ruolo benefico all'interno della prevenzione dei tumori al colon-retto. 

Fibre, toccasana a 360°

Le fibre svolgono un ruolo determinante anche nella riduzione del colesterolo, definito "cattivo".

Infatti, un adeguato apporto di fibre limita l'assorbimento dei grassi ed è funzionale anche nella prevenzione delle patologie di tipo cardiovascolare.

Dunque, sì a una dieta ricca di ortaggi, frutta e legumi ma povera di farine raffinate, zuccheri semplici e grassi saturi. 

Fibre: toccasana a 360°

Fibre? Ecco gli alimenti giusti

Abbassa l'indice glicemico con la dieta strategica

Più snella in modo naturale

Pancia piatta? Ecco cosa mangiare

Perdi peso senza diete

Dimagrisci mangiando

Integratori? Naturali!

Vitamina C, quando ricorrere agli integratori

Le 6 tisane sgonfianti più efficaci

Maqui: il super berry di lunga vita

Pubblica un commento