A A
hero image

La distrazione fa ingrassare

Mangiare immersi nel rumore o ascoltando musica o lavorando al computer ci rende distratti e questo fa ingrassare. Ecco, allora, i trucchi giusti per scacciare i rumori di fondo e non mettere in pericolo la linea

iStock



0

di Isabella Colombo


Ti siedi a tavola e arriva una raffica di notifiche sul telefonino. Oppure parte la sigla del Tg o il vicino di casa accende la macchina per tagliare il prato. Il risultato? Tu ingrassi. Sì, hai capito bene: studi scientifici sostengono che il rumore ambientale abbia un'influenza diretta sul girovita. I ricercatori dell'americana Colorado State University, per esempio, hanno fatto un esperimento con i pretzel: ne ha consumati di più chi mentre li mangiava ascoltava musica in cuffia; di meno chi si concentrava solo sul rumore della masticazione.

L'Istituto Karolinska di Stoccolma ha dimostrato che chi vive in ambienti rumorosi ha una maggiore predisposizione a ingrassare, per la precisione di 0.2 cm ogni 5 decibel di rumore. «La percezione del sapore, poi, è alterata dal rumore. Le persone che frequentano locali o ristoranti, infatti, tendono a mangiare e bere di più», spiega Roberta Graziano, biologa nutrizionista, che qui ci spiega come concentrarci su ciò che abbiamo nel piatto per "far fuori" i rumori di fondo e scongiurare il rischio di ingrassare per distrazione.


PENSA A MASTICARE E GUSTA LENTAMENTE

Spegnere la tv, chiudere la finestra e tenere lontani i telefoni è il minimo che possiamo fare quando ci sediamo a tavola. «Il passo in più è attuare piccoli accorgimenti che ci permettano di gustare il piatto lentamente, anziché trangugiarlo distratti», spiega la nutrizionista. «In questo modo, saremo anche portati a masticare meglio e si sa che una buona masticazione stimola la produzione di leptina e grelina, gli ormoni della sazietà. Se mangiamo in fretta, come accade in caso di distrazione, queste sostanze arrivano al cervello tropo tardi, quando abbiamo già ingoiato troppo».


USA LE SPEZIE GIUSTE

Se prepari piatti dal gusto deciso, la tua attenzione sarà automaticamente catturata. «Spezie come cannella, curry, curcuma, senape, zenzero o noce moscata condiscono senza appesantire, hanno tante proprietà nutraceutiche e stimolano il palato rendendo interessante anche i piatti più banali», dice la dottoressa Graziano. Ottieni lo stesso effetto quando introduci alimenti nuovi, mai provati prima. I banconi di frutta e verdura oggi si arricchiscono di specie antiche e curiose, dalle carote viola al cavolo torzella. Approfittane.


DISPONI IL CIBO IN MODO INVITANTE

Si mangia con la vista prima che con il palato. «Sfruttando il colore che hanno i diversi alimenti e la loro combinazione puoi creare piatti fantasiosi anche in poco tempo. E sicuramente più ricchi di proprietà nutritive». L'effetto estetico ti porta automaticamente a concentrare l'attenzione sul piatto e a farti distrarre meno dal rumore che ti circonda.


Fai la tua domanda ai nostri esperti

Leggi anche

Per dimagrire, meglio non saltare i pasti

Il mal di rumore? Esiste!

Zenzero: proprietà e usi

Pubblica un commento