A A

Dimagrire: cinque errori da evitare

Eccedere con le restrizioni finisce per far ingrassare, così come altre cattive abitudini



0

Qualcuno esagera con gli spuntini e qualcuno si dimentica sempre di accompagnare i piatti con un contorno di verdure. Sono proprio questi errori, all’apparenza insignificanti, che con il tempo portano ad ingrassare.

In previsione della prova costume, meglio allora cambiare registro: spesso basta davvero qualche piccolo aggiustamento nelle abitudini alimentari per limitare il numero di calorie che si assumono durante la giornata e ritrovare senza troppe rinunce una linea più armoniosa.

Mangiucchiare di continuo

Assaggiando quello che si cucina, mangiando un pezzetto di formaggio in attesa della cena o finendo il pacchetto di biscotti aperto, si rischia - senza accorgersene - di assumere molte più calorie del dovuto.

Per averne coscienza basta tenere un diario alimentare anche solo per un giorno dove segnare tutto (ma proprio tutto!) quello che si mangia, anche una semplice caramella: tirando le somme a fine giornata, ci si accorgerà subito e con chiarezza se si ha esagerato.

Saltare la colazione

Anche se si va di fretta, concedersi dieci minuti al mattino per mangiare è una buona abitudine per tutelare la salute e anche la linea. Senza colazione infatti si rischia di buttarsi sugli snack a metà mattina oppure di arrivare a mezzogiorno con una fame eccessiva che spinge a mangiare più del dovuto.

Attenzione naturalmente a non cadere nell’eccesso opposto: il mattino ci si alza con un buon appetito che può spingere ad esagerare. Le giuste scelte? Cereali integrali, fette biscottate, pane e biscotti leggeri accompagnati con latte scremato e yogurt più una spremuta o un frutto per apportare all’organismo tutto ciò che serve per avere energia e buonumore.

Privarsi di tutto

Troppe rinunce portano ad avere un’alimentazione monotona che, oltre ad essere pericolosa per la salute perché non fornisce all’organismo tutto ciò di cui ha bisogno, finisce per essere penalizzante per il gusto.

Sul lungo tempo poi, rinunciare a tutto ciò che piace spinge a cadere nell’opposto, così si esagera e si introducono calorie in eccesso. Meglio quindi concedersi ogni giorno un piccolo piacere, come ad esempio un quadratino di cioccolato fondente che soddisfa senza pesare sulla linea.

Bere poco

L’acqua serve a mantenere pulito l’organismo e a tenere sotto controllo la cellulite. Ma non solo: la nutrizionista americana Lyn-Genet Recitas ha calcolato che ogni mezzo litro di acqua non assunto rispetto al proprio fabbisogno (che si aggira attorno al litro e mezzo o due al giorno), il corpo trattiene mezzo litro di liquidi che gonfiano.

Il discorso vale naturalmente per l’acqua: niente bibite gasate, neppure quelle dietetiche che sono arricchite con aromi e dolcificanti e aumentano il bisogno di dolci.

Dimenticare la verdura

Un piatto di verdura pesa relativamente poco sulla bilancia e in più, grazie al suo forte potere saziante, evita di esagerare a tavola con altri cibi che pesano decisamente di più sulla bilancia.

Inoltre le verdure sono ricche di fibre che permettono il buon funzionamento dell’intestino, evitando accumuli di scorie che appesantiscono. Certo c’è il problema dei condimenti: per non correre il rischio di esagerare con le calorie basta misurare sempre l’olio con il cucchiaino e non superare i quattro al giorno.  

Leggi anche

Dieta del gelato: provala con noi

Dieta del mare: perdi 5 chili con il pesce

Pancia piatta con la dieta dell'ombelico

Scegli il meglio

Il pane, scegli quello giusto per la tua dieta

Come utilizzare il tapis roulant nel modo giusto?

La musica giusta per allenarti

Pubblica un commento