A A
hero image

Avocado: amico della dieta (e della salute)

Ricco di fibre e vitamine, permette di perdere peso e tenere sotto controllo i picchi glicemici. Scopri come sfruttarlo

credits: iStock



di Francesca Soccorsi


Un passato bandito dalle diete dimagranti per il suo elevato contenuto calorico (circa 231 cal/100 g, l’89% delle quali fornito dai lipidi), l’avocado è stato ora definitivamente assolto dai nutrizionisti.

Gli ultimi studi hanno infatti dimostrato che, se consumato regolarmente e in quantità moderate, cioè circa 70 g al giorno, non solo non fa ingrassare, ma permette persino di perdere peso e di mantenere poi nella norma l’indice di massa corporea. Con l’aiuto della dottoressa Mariaisabella Ghignotti, biologa nutrizionista a Genova, ti diciamo perché e come sfruttarlo.


SAZIA E “PROTEGGE” L’ADDOME

È vero, questo frutto contiene molti lipidi, ma di qualità eccellente, perché in gran parte monoinsaturi: «I grassi dell’avocado saziano, quindi fanno mangiare meno, e aiutano a evitare accumuli di adipe addominale, perché regolano il metabolismo postprandiale e scongiurano le impennate glicemiche», chiarisce l’esperta.

La conferma arriva anche dai risultati dell’ultima National Health and Nutrition Examination Survey, pubblicata sulla rivista scientifica Nutrition Journal, secondo cui il consumo quotidiano di mezzo avocado di dimensioni medie abbassa tra l’altro la probabilità di incorrere in una sindrome metabolica.


È PERFETTO CON...

La benefica azione dell’avocado sul metabolismo degli zuccheri è dovuta al contenuto in fibre e vitamina K: «L’ideale è mangiarlo insieme a un piatto di verdure a foglia larga, come le bietole, anch’esse ricche di questa vitamina strategica per tenere alla larga i picchi glicemici e gli attacchi di fame», consiglia la dottoressa Ghignotti. 


CONTROLLA ANCHE COLESTEROLOE E TRIGLICERIDI

Uno studio pubblicato sul Journal of the American Heart Association, condotto sulla varietà Hass (di dimensioni medio piccole è la più diffusa insieme alla Fuerte) ha rivelato che consumare un avocado al giorno aiuta a regolare sia i livelli di Ldl (il colesterolo cattivo) sia quelli di trigliceridi nel sangue.

Ed è quindi utile per non incorrere nella sindrome metabolica, l’anticamera dell’obesità: «Merito, oltre che dei grassi monoinsaturi, anche degli steroli vegetali di cui è ricco questo frutto», spiega la nostra esperta.


VALORI NUTRIZIONALI

Un etto di avocado fornisce proteine 4,4 g,  lipidi 23 g, carboidrati 1,8 g. fibra totale 3,3 g e calorie 231.


Fai la tua domanda ai nostri esperti

Articolo pubblicato sul n. 13 di Starbene in edicola dal 14/03/2017

Leggi anche

Colesterolo: le proprietà delle mandorle

Mango: tutte le virtù

Aloe: i benefici per la salute

Radici: tutti i benefici

Avena: le virtù antiage