A A

5 trucchi per tornare in forma dopo le vacanze

Se hai esagerato un po’ a tavola d’estate, ecco le strategie per ritrovare la silhouette perfetta al rientro



0

L’aperitivo in spiaggia, la pizza con gli amici, il gelato al pomeriggio e qualche cocktail in più possono lasciare, come ricordo delle vacanze, qualche chilo di troppo.

Far scendere l’ago della bilancia non è però così difficile; l'importante è mettersi all’opera subito in modo che i cuscinetti non si trasformino in adipe, difficile poi da smaltire. Non servono grandi restrizioni a tavola, ma solo qualche piccola strategia e un po’ di buona volontà.


Fai la tua domanda ai nostri esperti

Bevete per depurarvi

Serve almeno un litro e mezzo di acqua al giorno, oligominerale e povera di sali. Bere è il sistema più semplice e al tempo stesso efficace per disintossicare l’organismo dalle scorie, stimolare il metabolismo e mantenere idratate le cellule.

Naturalmente tra le bevande non sono ammesse quelle gassate, ricche di zuccheri, e neppure l’alcool. Sì invece a tè verde e al karkadé (da bere anche freddi) e alle spremute di pompelmo, non più di un paio al giorno e rigorosamente senza zucchero.

Mangiate più pesce

E’ un alimento ricco di virtù nutrizionali che apporta proteine nobili e acidi grassi essenziali, in particolare gli Omega 3 e 6, indispensabili per il buon funzionamento dell’organismo. Il tutto con pochi grassi e poche calorie: consumato almeno quattro volte la settimana aiuta quindi a portare in tavola gusto e leggerezza. Attenzione però alle cotture: griglia e cartoccio sono le migliori perché permettono di limitare al massimo l’aggiunta di condimenti.

Limitate zucchero e sale

Il primo fa impennare il conto delle calorie quotidiane assunte. Oltre a limitarsi nelle aggiunte, attenzione anche allo zucchero nascosto in dolci e snack che, almeno per una decina di giorni, andrebbero limitati al massimo. Per dolcificare meglio un cucchiaio di miele, ricco di enzimi, oppure di sciroppo di acero che stimola la diuresi.

Da centellinare anche il sale che favorisce la ritenzione; al posto di quello bianco meglio i sali integrali, rosa dell’Himalaya, rosso del Pacifico, nero delle Hawaii, grigio dell’Atlantico, che danno sapore in minime dosi e forniscono minerali stimolanti.

Puntate sui cereali integrali

Pasta e riso, pane e fette biscottare nella versione integrale sono più ricchi di fibre rispetto a quelli raffinati: aiutano così ad eliminare le scorie e saziano prima e più a lungo in modo da non esagerare poi a tavola.

Tra i cereali non vanno dimenticati orzo, farro, grano e quinoa, ideali per un piatto unico che fornisce tutti i nutrienti, dagli zuccheri complessi alle vitamine, dai sali minerali alle fibre, che danno energia senza appesantire.

Abbondate con la verdura

La verdura è ricca di acqua che favorisce il drenaggio, vitamine e sali minerali, fibre e sostanze antiossidanti che regolano le funzioni metaboliche. E ha pochissime calorie: un piatto generoso di verdure crude o cotte, condite con un cucchiaino, massimo due di olio extravergine di oliva, soddisfa l’appetito senza pesare sulla bilancia.

Ideale è mangiarla ad inizio pasto in modo da tamponare la fame e non esagerare a tavola con altri piatti più pesanti e calorici.

Leggi anche

Per dimagrire mangia integrale

Cucina ayurvedica, ti sgonfi e perdi peso

6 mosse per perdere peso senza sforzo

Consigli per un rientro al top

Lo stress si combatte a tavola

Workout a terra per la pausa pranzo

Il lavoro è un inferno? Ecco come fare

Pubblica un commento