A A

Yogurt, un amico della linea

Contiene pochi grassi e tanti bacilli preziosi per l’intestino. E aiuta a perdere peso. Scopri perché è salutare



0

di Giorgio Donegani

Aiuta a dimagrire, attenua i disturbi del colon irritabile, riduce il rischio di ammalarsi di diabete di tipo 2. Sono tanti gli studi che parlano dei benefici dello yogurt. L’ultimo, presentato 3 mesi fa da Justin Buendia, della Boston University School of Medicine, ha messo in relazione il suo consumo quasi quotidiano (5 volte alla settimana) con una riduzione del 20% delle probabilità, per le donne, di soffrire di ipertensione.

Molti degli effetti positivi sulla salute sembrano dipendere dai microbi vivi che contiene e che in parte riescono a superare la barriera gastrica e a raggiungere l’intestino. È infatti un latte fermentato, cioè modificato grazie all’azione di due batteri dai nomi difficili (Streptococcus thermophilus e Lactobacillus bulgarícus), che si sviluppano trasformando lo zucchero del latte (il lattosio) in acido lattico, dal sapore acidulo.

Grazie a loro, i cosiddetti “fermenti lattici”, lo yogurt aiuta a combattere le infezioni gastroenteriche e a eliminare le tossine, svolgendo un’importante azione detox.

Fai la tua domanda ai nostri esperti

CON TANTI FERMENTI È PIÙ SALUTARE

Proprio per l’importanza che hanno, uno yogurt ben preparato deve contenere diverse centinaia di milioni di fermenti vivi per grammo, e anche alla data di scadenza questa cifra non dovrebbe essere diventata inferiore a 3-4 milioni.

Per quanto la tua vista sia acuta, non riuscirai mai a valutare a occhio la presenza di microrganismi vivi al momento del consumo, ma considerato che la loro presenza si riduce progressivamente nel tempo, acquista sempre prodotti lontano dalla data di scadenza e non aspettare troppo per mangiarli.

Accertati poi che sull’etichetta compaia la scritta “yogurt”, perché esistono versioni del tutto simili nell’aspetto e nella consistenza, che vengono però sterilizzate (con il risultato di uccidere i batteri presenti) per prolungarne la durata: nella magior parte dei casi sono posti in vendita come “dessert”.

Ancora, di fronte alla vastissima gamma di yogurt che trovi nei banchi frigo, scegli i “tipi” privi di coloranti, aromi non specificati e conservanti (in genere acido sorbico): tutte sostanze che rendono il prodotto un po’ meno naturale.

PREFERISCILO SENZA ZUCCHERI AGGIUNTI

Tra bianco o alla frutta non sai quale scegliere? Affidati ai tuoi gusti. Sul piano nutritivo non sempre la differenza è significativa: un vasetto di yogurt “naturale” intero dà circa 90 calorie, più o meno le stesse della versione con ciliegie & Co. non dolcificata.

E non credere che puntando su queste versioni meno basic tu faccia il pieno di vitamine e antiossidanti, perché in media di frutta ce n’è davvero poca (10-15 g in un vasetto, mentre una pesca senza nocciolo ne pesa 115!).

Piuttosto, leggi l’etichetta con gli ingredienti e la tabellina nutrizionale, concentrando la tua attenzione sul contenuto di zuccheri e di lipidi:ti accorgerai che gli yogurt “golosi” è meglio riservarli a poche occasioni speciali perché, simili a un dessert, sono ricchi di grassi (spesso viene aggiunta crema di latte) e forniscono anche 140 calorie all’etto, con un 5-10% di lipidi e fino al 18% di zuccheri. Decisamente troppi. Se sei a dieta punta sulle formulazioni light: un vasetto di yogurt magro ti regala appena 45 calorie.

QUELLO PROBIOTICO HA I SUPERBATTERI

Anche se la legge riserva il nome yogurt solo al latte fermentato con Streptococcus thermophilus e Lactobacillus bulgarícus, non possiamo non parlare di quello definito “probiotico”. Proposto solitamente in bottigliette monodose da bere (ma c’è anche quello da mangiare con il cucchiaino), contiene in quantità altissime microrganismi super, dello stesso tipo di quelli “buoni” presenti nel nostro intestino, che riescono con maggiore facilità a sopravvivere all’acidità dello stomaco.

L’utilità dei probiotici è massima quando è necessario ripristinare il normale equilibrio della flora batterica, dal quale dipendono l’efficienza del nostro sistema immunitario e il benessere di tutto l’organismo. Molte ricerche hanno dimostrato che ci rendono più resistenti a diverse malattie, dalle infiammazioni dell’apparato digerente alla sinusite. Rispetto allo yogurt classico hanno una marcia in più... anche nel prezzo.

CONSERVA LE TUE OSSA FORTI

>La Dieta Libera prevede il consumo, tutti i giorni, di 125-150 g di yogurt magro (bianco o alla frutta) per te, e di 200 g per lui. 

>È infatti un ottimo alimento. «E non solo per i fermenti lattici», afferma la dottoressa Carla Lertola. «Vanta anche un alto valore nutritivo. Come il latte con il quale viene preparato, è ricco di calcio, prezioso per il Buon funzionamento del sistema nervoso, per la contrazione muscolare e la coagulazione del sangue e fondamentale per il mantenimento in buona salute delle ossa».

>Lo yogurt apporta inoltre proteine pregiate, facilmente assimilabili dall’organismo grazie all’ambiente acido creato dai batteri», conclude il nostro medico dietologo.

Articolo pubblicato sul n. 28 di Starbene in edicola dal 28/06/2016

Leggi anche

Dieta: come passare dalla 56 alla 46

Dieta: come limitare i pasti in mensa

Come dimagrire in pasticceria

Cosa comprare se sei a dieta da sola

Dieta: come perdere peso in due

Pubblica un commento