hero image

Pelle: la dieta che ti fa bella

Quello che mangi influenza la linea, ma anche l’aspetto dell’epidermide. Ecco gli alimenti da portare in tavola per sgonfiarsi, prevenire i cuscinetti e avere una pelle luminosa

credits: iStock




Smog, sbalzi di temperatura, stress... e soprattutto eccessi o carenze alimentari influenzano l’aspetto della tua pelle. Per conquistare un’epidermide più tonica e luminosa (oltre ad avere capelli più forti e lucenti), devi portare in tavola i cibi giusti.

Lo affermano nel libro Total beauty (Sperling & Kupfer, 19 €) Deepak Chopra, medico indiano pioniere della medicina integrativa, e Kimberly Snyder, nutrizionista amata dalle star.

La ragione? «Tutto ciò che introduci nel tuo corpo viene utilizzato per costruire le fondamenta della struttura cellulare», sostengono i due esperti, che propongono un metodo per risplendere dentro e fuori. Eccolo, spiegato nei dettagli con l’aiuto della dottoressa Mariarosa Di Lella, biologa nutrizionista.


Per stimolare la circolazione

Se il sangue non affluisce correttamente, anche capelli, pelle e unghie ne risentono: appaiono spenti e tendono a invecchiare prima a causa dell’eccessivo accumulo di sostanze di scarto.

«Per favorire l’ossigenazione di tutte le cellule via libera nel menu ai cibi che contengono allicina, una sostanza dall’azione fluidificante. Ne sono ricchi ravanelli, aglio, cipolle e porri», spiega la biologa nutrizionista.

«Spazio anche agli alimenti ricchi di antiossidanti, che proteggono le pareti dei vasi sanguigni dai radicali liberi e aiutano a spegnere l’infiammazione alla base di numerosi disturbi, compresi acne, arrossamenti, cellulite. Porta in tavola kiwi e agrumi (con tanta vitamina C), frutta secca e semi oleosi (fonti di vitamina E). Cioccolato fondente, mirtilli e altri frutti rossi che forniscono flavonoidi».


Per favorire il riposo dell'intestino

In caso di costipazione può crearsi un sovraccarico di tossine, che vengono riassorbite dal flusso sanguigno tramite le pareti del colon. «Un cattivo funzionamento intestinale compromette anche l’azione di altri organi addetti alla depurazione come reni, polmoni, fegato e pelle», spiega l’esperta.

È stato dimostrato che alleviare la stipsi è utile per migliorare l’acne ostinata e i problemi di cute grassa. «Per garantirti un aspetto più sano e bello consuma a ogni pasto una portata di verdure di stagione crude e cotte. Sono ricche di fibre, che agevolano l’espulsione delle feci e, riequilibrando la flora batterica, potenziano le difese immunitarie», afferma la dottoressa Di Lella.


Per aiutare il fegato

Lavora instancabilmente, filtrando quasi un litro di sangue al minuto e occupandosi di tutti gli inquinanti, gli additivi alimentari e, in generale, gli scarti che produci o assimili. «Per agevolare il compito del fegato, punta sulle verdure amare (tarassaco, radicchio, carciofi) dalla specifica azione detox su quest’organo.

Inoltre, assumi cibi che forniscono vitamina A (come le uova), C (agrumi, pomodori, peperoni) ed E (frutta secca e semi oleosi), oltre che sui minerali come il rame (nei funghi), il selenio (in pesce e carne) e lo zinco (in legumi e frutta secca), indispensabili per combattere lo stress ossidativo delle cellule causato dallo smog e dalle diverse reazioni chimiche dell’organismo», spiega la nutrizionista.


Per spegnere le infiammazioni

Gli Omega 3 riducono le infiammazioni cutanee e aiutano a regolare la quantità di acqua presente nella pelle, mantenendo integre le pareti cellulari. «Questi acidi grassi essenziali fanno circolare meglio l’ossigeno nel corpo e nutrono e dissetano in profondità la pelle dall’interno, preservandola da acne e da altre impurità grazie alla loro azione antincendio.

Ecco perché nella dieta non possono mancare alghe, pesce azzurro (salmone, sgombro, sardine), frutta secca (noci, mandorle, nocciole), semi oleosi di chia o zucca, olio di lino e ortaggi a foglia verde scuro.


Per combattere l'invecchiamento

Cibi confezionati, bevande alcoliche, prodotti contenenti zucchero raffinato o farina bianca e alimenti ricchi di proteine animali aumentano l’acidità dell’organismo che, a sua volta, può favorire l’ingiallimento della pelle e la comparsa di rughe. «In particolare, la loro azione dannosa consiste nel rallentare l’afflusso di ossigeno ai tessuti e l’eliminazione delle tossine, favorendo così la degenerazione e l’invecchiamento delle cellule.

Per questo vanno sempre limitati in una dieta sana», avverte la nostra esperta. Che ti dà poi un’ultima dritta a favore della tua bellezza: «Rispetto a quelli semplici o raffinati, i carboidrati complessi non provocano invece la produzione di enzimi dannosi per il collagene e l’elastina, due sostanze che assicurano morbidezza ed elasticità alla pelle. Ecco quindi perché devi fare spazio in tavola a legumi (fagioli, ceci, lenticchie eccetera) e cereali integrali».


Sfoglia la nostra gallery qui sotto per scoprire i 7 cibi della bellezza e della linea.

Succo di aloe vera

Ha un potente effetto antinfiammatorio e antiossidante, confermato da uno studio del Memorial Sloan Kettering Cancer Center di New York. È indicato per la cura della pelle secca e della psoriasi.

Pomodoro

Ti fornisce licopene, che stimola la produzione del collagene, e acido ialuronico, che rafforza la compattezza, la tonicità e l’elasticità della pelle.

Limone

Come molti cibi aspri, contiene quantità elevate di vitamina C, che migliora l’elastica e la luminosità della cute, e provitamina A, che protegge dall’invecchiamento dovuto ai raggi solari.

Funghi

In Giappone gli Agaricus Blazei Murril (parenti stretti dei comunissimi champignon) sono considerati in grado di favorire la salute e la bellezza della pelle.

Tarassaco

Come tutti i cibi amari, contribuisce a depurare l’organismo e a rendere l’epidermide tonica e luminosa. Gli effetti benefici sono dovuti ai polifenoli (in particolare ai flavonoidi).

Riso nero

Secondo una ricerca della facoltà di Scienze dell’alimentazione della Louisiana State University, 1 cucchiaio di crusca di questo riso contiene più antocianine (dall’azione antiossidante e antiage) di 1 cucchiaio di mirtilli.

Tè bianco

Una serie di esperimenti condotti sugli adipociti ha dimostrato che il tè bianco può aiutare a contrastare l’acne: contribuisce a inibire la generazione di nuove cellule adipose e a stimolare la mobilizzazione del grasso da quelle mature.



Fai la tua domanda ai nostri esperti

Articolo pubblicato sul n. 20 di Starbene, in edicola dal 2 maggio 2017



Leggi anche

Pelle, i segreti che ti mantengono giovane

Pelle, i segreti che ti mantengono giovane

Perdi una taglia con la dieta dell'insalata

Insalate amare detox: tre ricette da chef