A A

La dieta della zuppa: perdi peso e ti depuri

Per affrontare il freddo in piena forma, punta su creme e minestre. I risultati sono garantiti



1

di Marina Amorevoli

Tranquilla: questa non è la solita zuppa! Il regime che ti proponiamo è all’insegna della varietà. Lo hanno messo a punto il medico dietologo Maria Makarovic, che ti regala preziosi consigli nutrizionali, e la food blogger Gloria Brolatti di emoticibo.com, che ti suggerisce ricette light per esaltare il gusto dei cibi senza sforare il budget delle calorie. Con combinazioni vincenti e trucchi così stuzzicanti che non ti sembrerà neanche di essere a dieta.

Quando la temperatura esterna scende è inevitabile avere più fame. E dimagrire diventa una vera sfida. Il desiderio di cibi confortanti è maggiore e il rischio di assumere troppe calorie è concreto. Con la Dieta della zuppa ti sgonfi, perdi fino a 2 chili in una settimana e depuri il tuo organismo. Per affrontare il freddo in piena forma, punta sull’energia di verdure e legumi: saziano e, sotto forma di creme e minestre, coccolano la mente e il palato.



Fai la tua domanda ai nostri esperti


Articolo pubblicato sul n.49 di Starbene in edicola dal 24/11/2015


Ti idrati e ti sgonfi

«Quando comincia a fare più freddo si avverte in misura minore lo stimolo della sete e quindi si tende a bere di meno, ma il nostro organismo ha sempre bisogno di liquidi per funzionare al meglio e mantenere la pelle elastica», spiega la dottoressa Maria Makarovic, medico dietologo a Milano. «Con le zuppe (più qualche infuso ad hoc da sorseggiare alla sera) si introducono liquidi che favoriscono la diuresi e di conseguenza combattono anche la ritenzione idrica».

Tieni la fame sotto controllo 

Con l’abbassarsi delle temperature esterne è normale avere più appetito (dipende da un particolare meccanismo di termoregolazione, per cui il corpo ha bisogno di più calorie per “scaldarsi”). Una zuppa calda, specie se consumata la sera a cena, è nutriente e appagante. «Le fibre che contiene contribuiscono ad aumentare il senso di sazietà», dice la nostra esperta. «Inoltre fanno assorbire meno grassi e zuccheri, per cui ne beneficia anche chi ha il colesterolo alto o il diabete».

Ti disintossichi

Per aumentare il potere detossinante di questa dieta, per 7 giorni ho eliminato la carne», spiega la dottoressa Makarovic. «Il pesce, i legumi e i latticini fanno la parte del leone per quanto riguarda l’apporto proteico».

prima di iniziare...

Ricorda che durante la dieta puoi consumare fino a 3 tazzine al giorno di caffè, dolcificato con stevia; fai un uso moderato di sale, perché provoca ritenzione idrica e riduce l’effetto drenante delle zuppe; prendi sempre gli infusi suggeriti nello schema, che ti aiutano a sentirti sazia e appagata; bevi almeno 8 bicchieri di acqua al giorno per favorire il lavoro dei reni. Qui di seguito trovi i menu, giorno per giorno, e alcune ricette di emoticibo, con gli ingredienti per 1 persona.

Menu detox da circa 1000 calorie al giorno

 

PRIMA COLAZIONE

>OGNI MATTINA 100 g di yogurt magro + 25 g a scelta tra fette biscottate, muesli, cereali, frollini (meglio se integrali) o pan brioche + tè o caffè


SPUNTINO E MERENDA

>SCEGLI TRA 100 g di clementine; 200 g di pompelmo; 1 centrifugato di carota, sedano e mela; 200 g di ananas; 20 g di cioccolato fondente al 70% di cacao, 30 g di noci


DOPO CENA

>BEVI UN INFUSO di tarassaco, bucco o mirtillo (favorisce la diuresi e l'eliminazione delle tossine)

 

CONDIMENTI

>LIMITA IL SALE e per insaporire utilizza spezie, aromi e limone

>RAZIONA L'OLIO non superare mai i 3 cucchiaini di extravergine d’oliva al giorno

LUNEDÌ

>PRANZO 100 g di gnocchi al pomodoro; insalata di rucola (50 g) e pomodori (100 g)

>CENA zuppa di piselli (80 g) con brodo vegetale e crostini di pane croccante casereccio (30 g); 70 g di ricotta vaccina; 30 g di cracker integrali


MARTEDÌ 

>PRANZO dentice in padella (100 g) con salsa di pomodoro; radicchio rosso (100 g) in insalata, pane integrale (60 g)

>CENA minestra di riso (45 g) e fagioli borlotti (45 g secchi); carciofi (150 g) in padella al profumo d’arancia


 MERCOLEDÌ 

>PRANZO nasello (110 g) al pomodoro e peperoncino; carote lessate (100 g); 50 g di pane

>CENA vellutata di zucca e patate con semini tostati; insalata di cicoria (90 g)


Crema di zucca e patate con semini croccanti

1 In un tegame antiaderente fai rosolare, con un cucchiaino di olio extravergine d’oliva, un porro affettato a rondelle. Quando è appassito aggiungi una patata tagliata a dadini piccoli e, dopo 10 minuti, 50 g di zucca a quadrotti. Sala e pepa, copri e porta a cottura.

2 A parte, riscalda poco brodo vegetale. Una volta che le verdure sono pronte, mettile in un contenitore alto e frullale col mixer a immersione, aggiungendo via via un po’ di brodo.

3 Quando versi la crema nel piatto, spolverizzala con un pizzico di semi di zucca. Preparali così: disponine un pugno ben distesi in una teglia da forno, cospargili con qualche grano di sale rosa e infornali a 180 °C per 10 minuti. Poi tritali finemente e conservali in un vasetto di vetro, pronti all’uso per insaporire le tue zuppe o le tue insalate.

GIOVEDÌ

>PRANZO zuppa di lenticchie (60 g secche) in brodo vegetale, con sedano e carota; lattuga (80 g)

>CENA 1 hamburger vegetariano o di soia; catalogna (120 g) saltata con olio e peperoncino

 

VENERDÌ 

>PRANZO zuppa di fave (40 g secche) in brodo vegetale e aromi; pomodori (120 g) e rucola (50 g)

>CENA sarago ai ferri (120 g); scarola in insalata (100 g); 50 g di pane integrale


SABATO

 >PRANZO vellutata di porri con nuvola di yogurt; insalata di pomodori (100 g) e rucola (50 g)

>CENA: nasello (110 g) in salsa di pomodoro e cipolle; 2 patate bollite medio-piccole; pane integrale (50 g)


Vellutata di porri con nuvola di yogurt

1 Monda e lava due porri di media grandezza, tagliali a rondelle e falli stufare in tegame con uno scalogno affettato e un cucchiaino di olio extravergine d’oliva. Sala, copri e lascia sul fuoco per circa 15 minuti.

Quando sono cotti, passali con il frullatore a immersione fino a ottenere una crema. Disponi nella fondina un cucchiaio di yogurt greco a zero grassi e unisci la vellutata di porri. Completa con una macinata di pepe nero.

 

DOMENICA 

>PRANZO: hamburger vegetale (preparato con 1 patata, 1 carota, 1 zucchina, 10 g di parmigiano reggiano) e 30 g di pane oppure 1 hamburger di soia; 50 g di pane integrale, finocchi crudi (100 g) in insalata

>CENA: zuppa di ceci e cavolo nero; insalata mista verde.


Zuppa di ceci e cavolo nero 

1 Per questa zuppa puoi usare 40 g di ceci secchi, lasciati in ammollo una notte e cotti per circa due ore con un rametto di rosmarino. Oppure 80 g di ceci in barattolo, risciacquati bene sotto l’acqua corrente per togliere il sodio in eccesso.

2 Pulisci alcune foglie di cavolo nero (togliendo la costa dura centrale), tagliale a listarelle e mettile a cuocere per circa 20 minuti in acqua leggermente salata. Scola il cavolo, passalo in padella con un cucchiaino di olio evo, uno spicchio di aglio e peperoncino.

3 Dopo 10 minuti, aggiungi brodo vegetale ben caldo e, alla fine, i ceci lessati. Mescola e lascia insaporire prima di consumare la tua zuppa.


CERCHI ALTRE IDEE? CLICCA SU EMOTICIBO.COM

Nel blog della giornalista Gloria Brolatti, dedicato alla diffusione della cultura del cibo e della corretta alimentazione, le zuppe sono di casa. E la buona cucina strizza l’occhio alla bilancia e alla salute, con un via libera alla fantasia.


Articolo pubblicato sul n. 49 di Starbene in edicola dal 24/11/2015


Leggi anche

Cucina ayurvedica, ti sgonfi e perdi peso

Dieci spezie per dimagrire

Pancia piatta con la dieta dell'ombelico

Più magra e più bella con la dieta beauty

Più leggera con la dieta dell'uva

Belle anche in inverno

Viso: la crema fai da te per l'autunno

Capelli perfetti anche in inverno

Labbra: d’inverno proteggile così

Mani: la beauty routine per l'inverno

Pubblica un commento