A A

Dieta: tre ricette anti-freddo

Quando le temperature calano alcuni piatti aiutano a scaldarsi. Scopri quali preparare a calorie controllate



0

La tentazione quando il tempo è grigio e le temperature si abbassano? Rimpinzarsi di cibi ricchi di grassi e zuccheri nell’illusione che servano a riscaldarci. «Niente di più sbagliato», commenta Carla Lertola, medico dietologo. «I lipidi, pur essendo gli alimenti più energetici, sono quelli meno indicati per combattere il freddo. No anche all’alcol: causa una vasodilatazione che dà una sensazione di calore solo momentanea.


Vanno invece bene tutti i piatti caldi (comincando da zuppe e minestre), soprattutto se preparate con ingredienti che, oltre a regalare un po’ di tepore, aiutano a resistere meglio ai piccoli malesseri dell’inverno. Penso alle spezie, alla frutta secca, agli ortaggi di stagione». Fiorenzo Frumento, il nostro biologo-chef, li ha riuniti in questo menu che puoi concederti anche se vuoi dimagrire. 


Devi solo fare attenzione a non superare le quantità dei vari cibi previste dalla Dieta Libera (le trovi su starbene.it). «Quando mangi la minestra, per esempio, devi rinunciare al latte a colazione e ricordare che la quota di carboidrati in questo pasto è coperta da patate e riso», precisa la dottoressa Lertola. «Se assumi 150 g di mele con il dessert ti rimarranno a disposizione non 400 ma 250 g di frutta nel resto della giornata». Non è complicato, ma se ti resta qualche dubbio chiedi ai nostri esperti.


Fai la tua domanda ai nostri esperti


MINESTRA DI LATTE

Ingredienti per 4 persone: 400 ml di latte parzialmente scremato, 200 ml circa di acqua, 2 patate, 1 porro piccolo, 100 g di riso basmati, sale e pepe, noce moscata.


Preparazione: sbuccia le patate, lavale bene e riducile a tocchetti. Monda il porro, passalo sotto il getto del rubinetto e taglialo a rondelle sottili. Riunisci le verdure, il latte e l’acqua in una pentola e porta a bollore. Regola di sale e pepe, quindi unisci il riso fai cuocere per circa 10-12 minuti. Spegni la fiamma, lascia riposare qualche istante, suddividi nei piatti singoli, spolverizza con la noce moscata e servi.


È OK PERCHÉ: il latte caldo fa salire il nostro termometro interno. Ma questo piatto ha anche un altro pregio. «Il basmati, rispetto alle classiche varietà di riso, ha un indice glicemico più basso, che viene ulteriormente ridotto dall’abbinamento con le verdure. Non causa quindi un’impennata del livello di zuccheri nel sangue e sazia più a lungo», spiega il biologo-chef.


SONNI TRANQUILLI
Se dormi male, concediti questo piatto a cena. Il triptofano del latte e il potassio del riso rilassano.

FILETTO DI MAIALE ALLE NOCI


Ingredienti per 4 persone: 600 g di filetto di maiale, 12 noci tritate, 1 uovo, 40 g di farina, 40 g di olio extravergine d’oliva, 1 cipolla bianca, 2 cipolle bionde, 4 carote, 1 gambo di sedano, sale e pepe.


Preparazione: taglia il filetto in quattro parti uguali. Passa ogni fetta nella farina poi nell’uovo sbattuto e quindi nelle noci tritate. Scalda l’olio in una padella e rosola la carne su tutti i lati, terminando la cottura in forno per circa 4-5 minuti a 180 °C. Monda le verdure, lavale, tagliale a tocchetti piccoli (senza tritarle), poi sbollentale e falle saltare nel fondo di cottura. Distribuisci il filetto su 4 piatti singoli insieme alla dadolata vegetale e servi.


È OK PERCHÉ: le proteine (fornite dalla carne) sono più termogeniche di altri nutrienti. «L’organismo deve bruciare una quota maggiore di calorie per poterle digerire e assimilare e questo comporta un leggero innalzamento della temperatura interna che ti aiuta a tollerare meglio il freddo», puntualizza il nostro esperto.


DIFESE INVINCIBILI
Se hai spesso mal di gola, non farti mancare le proteine: l’organismo le utilizza per la produzione di anticorpi.

MELE IN PADELLA CON MANDORLE E CREMA DI YOGURT


Ingredienti per 4 persone: 3 mele renette (600 g), 80 g di mandorle a lamelle, 150 ml di succo di mela, 40 g di zucchero di canna integrale, 30 g di burro, 150 g di yogurt bianco parzialmente scremato, 20 g di zucchero a velo.


Preparazione: sbuccia i frutti, tagliali a spicchi e falli caramellare in una padella con lo zucchero di canna e il burro. Sfuma con il succo di mela e lascia ridurre. Nel frattempo mescola lo yogurt con lo zucchero a velo e un pizzico di cannella. Suddividi la crema ottenuta in 4 bicchieri e, appena saranno tiepide, aggiungi le mele passate nelle lamelle di mandorle.


È OK PERCHÉ: la cannella scalda lo stomaco. «In più migliora la digestione, previene i disturbi intestinali dovuti al freddo e libera il naso chiuso», assicura Fiorenzo Frumento.


ENERGIA AL TOP
Questo dessert ti dà la carica con gli zuccheri delle mele e il magnesio e i grassi buoni delle mandorle.



Articolo pubblicato sul n. 4 di Starbene 2016  in edicola dal 12/01/2016

Leggi anche

Cosa comprare se sei a dieta da sola

Feste natalizie: cosa fare e non fare dopo le abbuffate

La dieta d'autunno mette di buonumore

Dieta: tre contorni gustosi

Cos'è la dieta libera di Starbene

Alimentazione e salute

Abbassa l'indice glicemico con la dieta strategica

Circolazione: gli alimenti per proteggerla

Fegato: i cibi amici

Cuore in salute: piante medicinali alleate nella prevenzione

Pubblica un commento