A A

Abbronzatura: la dieta per prolungarla

Con i cibi giusti potrai fornire alla pelle ciò che le serve per restare fresca, luminosa e dorata. Ecco cosa portare in tavola



0

Hai mai pensato allo stress sofferto dalla pelle quando la esponi al sole? «Sotto l’azione dei raggi ultravioletti produce melanina, diventando più scura e regalandoci un’abbronzatura che vorremmo durasse il più a lungo possibile», afferma la dottoressa Maria Paola Dall’Erta.

«Ma non dobbiamo dimenticare che, per raggiungere questo risultato, che a noi dà tanta soddisfazione, l’epidermide ha perso tanta acqua, ha utilizzato quantità ingenti di vitamine antiossidanti (A ed E) e messo a dura prova il collagene dal quale dipende la sua elasticità. 

Quindi adesso dobbiamo cercare di restituire alla cute tutte le sostanze che ha consumato negli ultimi mesi. Puntando sugli alimenti giusti, compresa la frutta “calorica”

Hai paura di ingrassare? Tranquilla. «Nei piatti sfiziosi studiati dalla nostra biologa-chef è prevista in quantità precise, per non farti sgarrare con le calorie», rassicura la dottoressa Carla Lertola, che ha supervisionato il menu. «Mangia dunque con gusto. Conserverai la tintarella e il peso forma».

Fai la tua domanda ai nostri esperti

INSALATA DI CANOCCHIE, CALAMARI, RUCOLA E CHICCHI D’UVA

Ingredienti per 4 persone: 12 canocchie, 2 calamari puliti, 200 g di rucola, 2 carote, 1 grappolo d’uva bianca, 20 g di olio extravergine d’oliva, un mazzetto di prezzemolo, 1 limone, sale, pepe.

Lessa i calamari eviscerati e le canocchie (che pulirai una volta terminata la cottura) in acqua bollente, senza sale. Infine riduci tutto a pezzi medi. Monda la rucola e passala sotto il getto del rubinetto. Taglia le carote a julienne. Aggiungi le foglioline di prezzemolo.

Raccogli gli ingredienti in una zuppiera e condisci con olio, sale, pepe e il succo del limone. Suddividi l’insalata in 4 piatti o ciotoline singole, stacca gli acini d’uva dal grappolo, lavali con cura e uniscili solo poco prima di servire.

PERCHÉ FA BENE: l’uva contrasta la degradazione del collagene e dell’elastina. Ha inoltre un’azione antiossidante, che rallenta l’invecchiamento delle cellule (comprese quelle cutanee).

INVOLTINI DI MELANZANE,STRACCHINO E FICHI

Ingredienti per 4 persone: 2 melanzane, 200 g di stracchino fresco, 4 fichi, 10 pomodorini Pachino (anche secchi), 1 mazzetto di prezzemolo o basilico, 1 spicchio di aglio, 20 g di olio extravergine d’oliva, 4 cucchiaini di aceto balsamico, sale.

Taglia a fette alte 1/2 cm le melanzane, cospargile di sale e lasciale riposare per mezz’ora affinché perdano la loro nota amara. Una volta che il tempo è passato, sciacquale, strizzale e falle grigliare. Pulisci i pomodorini sotto il getto del rubinetto, dividili a metà, condiscili con olio, sale, aceto balsamico, aglio tritato, basilico e riponili al fresco in attesa di utilizzarli. Sbuccia e taglia a spicchi i fichi.

Componi il piatto: sopra ogni fetta di melanzana metti qualche pomodorino condito, 1 cucchiaio di stracchino, 2 spicchi di fichi. Arrotola formando degli involtini e decora alla fine con basilico o prezzemolo. 

PERCHÉ FA BENE: i fichi sono ricchi di potassio, che va sempre reintegrato quando perdi molti liquidi (come accade normalmente nel periodo estivo o quando ti dedichi con continuità a un’attività fisica intensa, che ti fa sudare parecchio).

MOUSSE LEGGERA DI YOGURT GRECO CON LAMPONI FRESCHI

Ingredienti per 4 persone: 350 g di lamponi freschi, 200 g di yogurt greco light (cioè con lo 0% di grassi), 2 albumi, 50 g di panna (vegetale), 50 g di zucchero, la scorza grattugiata di 1 limone biologico, 1 stecca di vaniglia, 1 mazzetto di menta. 

Versa lo yogurt in una ciotola. Unisci i semi di vaniglia prelevati dalla bacca, lo zucchero, la scorza del limone e sbatti bene fino a ottenere una crema omogenea.

Monta gli albumi a neve ben ferma. In un altro recipiente pulito fai lo stesso con la panna. Poi incorpora tutto allo yogurt, mescolando molto attentamente.

Riempi 4 bicchieri con la mousse preparata. Aggiungi i lamponi e lascia riposare in frigorifero per almeno 2 ore. Al momento di portare in tavola decora con qualche fogliolina di menta.

PERCHÉ FA BENE: il lampone contiene vitamine antiossidanti che proteggono il microcircolo e migliorano il nutrimento dell’epidermide.

Articolo pubblicato sul n.39 di Starbene in edicola dal 13/09/2016

Leggi anche

3 generazioni a dieta

Dieta: come perdere peso in due

Cosa comprare se sei a dieta da sola

Dieta: come limitare i pasti in mensa

La dieta del rientro: in una settimana ti rimetti in forma

Pubblica un commento