hero image

Quanto zucchero mettere nel caffè?

Rispondono la dottoressa Carla Lertola, ideatrice del Metodo Lertola, la Dieta di Starbene, e Valentina Bolli, dietista

Foto: iStock



Quanto zucchero mettere nel caffè? È una delle domande ricorrenti di chi affronta un regime dietetico. Rispondono la dottoressa Carla Lertola, ideatrice del Metodo Lertola, la Dieta di Starbene che trovi nella rivista, e Valentina Bolli, dietista.


Spesso si pensa che un po’ di zucchero nel caffè non sia un problema, quando si fa una dieta dimagrante. E infatti, un cucchiaino ha solo 20 calorie. Ma se si bevono 4 tazzine al giorno si arriva a 80. Evitare lo zucchero, quindi, permetterà un discreto risparmio calorico. E c’è anche un altro vantaggio: ci si abitua al sapore naturale della bevanda e si impara ad apprezzarne l’aroma. Difficile? No, è  solo questione di abitudine, occorre circa un mese per imparare a bere il caffè amaro.

E allora, come regolarsi appena alzati? L’ideale è iniziare la giornata con una buona colazione, che permetta di arrivare al pranzo senza attacchi di fame. Per esempio, latte parzialmente scremato o yogurt magro, qualche biscotto o un prodotto da forno. E, naturalmente, un buon caffè senza zucchero.


Fai la tua domanda al team della dottoressa Lertola

I consigli di Carla Lertola

Il cioccolato si può mangiare a dieta?

Pesarsi spesso fa bene alla dieta?

leggi anche

In edicola la dieta per perdere 6 kg in 3 mesi

Il Metodo Lertola, i 6 schemi dietetici

Pizza di farina integrale - La video ricetta

Carpaccio di spada marinato - La video ricetta

Gnocchi con semi di papavero - La video ricetta

Fiordilatte e crema di melanzane - Video ricetta