Dieta del pane

Prima arriva la crosta croccante, poi i denti affondano nella mollica, morbida e soda allo stesso tempo. Mastichi, e il suo gusto è semplice e pieno, la sensazione di sazietà arriva in un attimo.

È il pane, il primo dei tuoi pensieri ogni volta che hai fame. La sua ricetta di base è semplicissima, e risale a migliaia di anni fa: farina, acqua e lievito, in alcuni casi un pizzico di sale. Questi pochi ingredienti si possono abbinare e cuocere in moltissime forme diverse.

Il pane è un mattone fondamentale di questa dieta. Infatti, la nostra alimentazione quotidiana dovrebbe essere composta al 60 per cento da carboidrati, che forniscono energia all’organismo. Il pane ne contiene moltissimi sotto forma di amido, una catena di zuccheri a lento assorbimento.

Se valutiamo il pane come fonte energetica, dobbiamo preferire quello bianco. Infatti, apporta circa 55 g di amido ogni 100 g, contro i 48 g del pane integrale (ma è anche più calorico: dà 275 calorie all’etto contro 254). Per il resto, è più ricco il pane integrale, perché durante la raffinazione viene eliminata la parte esterna dei chicchi, dove sono concentrati molti nutrienti. Soprattutto la fibra e le vitamine del gruppo B.

Prova la nostra dieta del pane.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>